Unione Sindacale di Base

Apam Esercizio spa: gli organismi di vigilanza confermano le giuste rivendicazioni dei lavoratori.

Mantova – mercoledì, 25 luglio 2018

l Comitato regionale per i rapporti di lavoro ha respinto il ricorso amministrativo proposto da Apam Esercizio spa contro le 192 diffide accertative disposte dall’ITL di Mantova sulla mancata retribuzione dei tempi accessori nelle turnazioni CE e per l’introduzione della clausola della doppia residenza di lavoro.


Si conferma, quindi, che per i conducenti dipendenti di aziende autoferrotranviarie adibiti ai servizi interurbani si applica la L. 138/58 evidenziando che i tempi cd. accessori (alla guida) normativamente individuati, integrano l’orario effettivo di lavoro, e pertanto debbono essere assoggettati a retribuzione stabilendo, in modo chiaro, che nel vigente impianto normativo non sono ammesse modifiche/sostituzioni unilaterali di disciplina con conseguenti gravi ed intollerabili ripercussioni sulla determinazione di quanto dovuto.


Inoltre, dagli accertamenti ispettivi compiuti e dalla documentazione agli atti, risulta che la soc Apam Esercizio spa nell’accordo individuale di trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo parziale a tempo pieno abbia introdotto la clausola della doppia residenza.


In realtà la normativa di riferimento non prevede la doppia indicazione del luogo di esecuzione del lavoro: una soltanto è la residenza di lavoro. L'applicazione di questa clausola “illegittima” ha avuto come immediata conseguenza la mancata corresponsione delle indennità di disagio turno, della trasferta e del rimborso chilometrico, di cui all’art. 20 del ccnl 1976 e s.m.i.


Va puntualizzato che la delibera del Comitato regionale per i rapporti di lavoro ha effetto vincolante per le pubbliche amministrazioni interessate e l’impugnazione giudiziale davanti al Tar e/o al Giudice del Lavoro è inammissibile in base alla circolare n. 16/2016 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.


All' Unione Sindacale di Base e alla determinazione dei lavoratori, va riconosciuto il merito che venga restituito ciò che l’azienda ha illecitamente trattenuto; continueremo a vigilare affinché l’azienda rispetti la delibera emessa anche per il periodo che è intercorso dal mese di febbraio 2017 ad oggi.


L'USB Lavoro Privato è conoscenza di altri accertamenti a seguito di violazioni della L. 138/58 e delle norme contrattuali del settore che potrebbero scaturire in salatissime sanzioni amministrative; violazioni che hanno fruttato “risparmi illegittimi“ utilizzati per elargire premi a determinate figure apicali che andrebbero, ora, restituiti.

 

Tutti argomenti che, probabilmente, saranno allo studio della Corte dei Conti in quanto rasentano la cattiva amministrazione di un bene comune; argomenti che avranno conseguenze anche sulle gare per l’affidamento dei servizi di trasporto pubblico.

 

Ciò rende necessario che Apam Esercizio spa adotti provvedimenti al fine di prevenire ulteriori illeciti il che vuol dire rispettare le norme ed i contratti di settore.