Roma Multiservizi, vertenza conclusa per 260 lavoratori ex “29 Giugno”. Grazie a USB salvaguardati i livelli retributivi

Roma -

Venerdì 19 Ottobre si è conclusa positivamente la procedura di cambio appalto del servizio raccolta differenziata utenze non domestiche per conto di Ama, che ha coinvolto circa 260 lavoratori precedentemente impegnati nell'appalto con la società 29 Giugno Onlus.


La Roma Multiservizi, una delle società aggiudicatarie del servizio, aveva intenzione di applicare il CCNL Pulizie /Multiservizi anziché il CCNL- ASSOAMBIENTE con una perdita di retribuzione di circa quattrocento euro al mese per ogni lavoratore.  


USB rivendica il ruolo decisivo di vigilanza esercitato al tavolo delle trattative presso l'Ufficio provinciale del Lavoro che ha impedito accordi al ribasso sulla pelle dei lavoratori, come invece accaduto precedentemente ai lavoratori della 29 Giugno Onlus per i quali Cgil Cisl Uil e Fiadel avevano sottoscritto un accordo che riconosceva il CCNL FISE ASSOAMBIENTE ma che congelava gli aumenti retributivi pari a circa quattrocento  euro al mese.

per USB Lavoro Privato
Attilio La Mura