Unione Sindacale di Base

Sparkle e confederali ci regalano un inizio 2018 a marcia indietro

Nazionale – venerdì, 05 gennaio 2018

Buon Anno alle lavoratrici ed ai lavoratori di Sparkle!  Un anno di lotta ci attende!


Forti dell’entusiasmo dimostrato da tanti di voi lo scorso 15 dicembre abbiamo inviato all’azienda  l’Ipotesi di Piattaforma per il rinnovo del contratto di secondo livello, integrata ed approvata a larghissima maggioranza dai lavoratori.


Ci aspettavamo una doverosa convocazione ma l’Azienda fa orecchie da mercante!


Ed eccoci qui ad inaugurare un nuovo anno con la  “bella novella” del Regolamento che produce unilateralmente un peggioramento immediato e sensibile delle regole e dei principali istituti contrattuali!
Invece di andare avanti… a qualcuno conviene fare il gambero…


E allora è bene che sia chiaro a tutti che la complice assenza di CGIL,CISL e UIL sta favorendo ed avallando la strategia aziendale!!!


Con la disdetta del contratto di II Livello e l’introduzione del Regolamento attuale, l’Azienda ha potuto contare su notevoli spazi di “risparmio”, tutti ricavati sulle nostre spalle. Tutto ciò mentre le RSU di questi sindacati complici, attendendo di “concertare” principalmente secondo i “desiderata aziendali” e sicuramente a discapito dei lavoratori si sono sottratte a quella che dovrebbe essere una prerogativa principale delle rappresentanze sindacali, ovvero raccogliere, formulare e sostenere le ipotesi a tutela dei diritti e dei salari della classe lavoratrice, sottoponendo congiuntamente all’azienda le proposte per il rinnovo del contratto aziendale.


USB non si arrende e rivendica il ruolo di un sindacato realmente dalla parte dei lavoratori per ottenere l’apertura di un tavolo negoziale e l’immediata sospensione di ogni azione unilaterale.

Determinati pretendiamo il rispetto dei nostri diritti.
Pronti alla mobilitazione ed alla lotta ora TUTTI dobbiamo scegliere da che parte stare.


RSU USB Lavoro Privato – Settore Telecomunicazioni