USB incontrerà l'Autorità Portuale di Trieste il prossimo 25 settembre

Trieste -

L’Autorità Portuale di Trieste ha convocato formalmente l’Unione Sindacale di Base - Lavoro Privato per il prossimo 25 settembre in risposta alle richieste inviate nelle scorse settimane dopo le note vicissitudini che hanno portato alla rottura del rapporto con il CLPT.

 

All’incontro parteciperanno la delegazione di USB nazionale trasporti, quella della federazione triestina e la rinnovata struttura dei delegati delle aziende operanti nel porto.

 

Noi affronteremo questo appuntamento con il duplice obbiettivo di formalizzare la nuova struttura di USB nel porto e di rilanciare l’azione di USB sulla scorta di un programma che fa parte della nostra storia sindacale e che nello specifico riguarda i seguenti punti:

 

• norme precise e trasparenti per la stabilizzazione del precariato

• aumenti reali dello stipendio

• diminuzione dell’orario di lavoro

• maggiore sicurezza in tutte le situazioni del porto.

 

Questo programma sarà successivamente presentato e discusso nelle assemblee dei lavoratori che procederemo a indire nel porto di Trieste.

 

Questo incontro rappresenta quindi per noi il punto di ripartenza per confermare proficue relazioni industriali e rilanciare l’azione sindacale in modo ancora più efficace e trasparente a tutela dei lavoratori dentro un sedime produttivo che prevede un forte sviluppo in base ai grandi investimenti previsti nei prossimi anni.

 

Sullo sviluppo del Porto di Trieste in particolare, USB vuole continuare a rafforzare il percorso già aperto a livello istituzionale e con la stessa Autorità Portuale, per il raggiungimento di modello avanzato di “Free Zone”, verificando attentamente che vi siano ricadute positive per i lavoratori così come sull’intera città di Trieste.

 

Unione Sindacale di Base Lavoro Privato

Unione Sindacale di Base Trasporti

Unione Sindacale di Base Federazione di Trieste

 

11 settembre 2019

 

 

Pubblico Impiego: Ultime Notizie