Ad Alessandria prossima distribuzione di Bandiere della Pace & Giubbotti Antiproiettile

Alessandria -

Risposta al comunicato della Cisl VVF ALessandria - Scusate il ritardo ma eravamo impegnati a tutelare i lavoratori

 

 

 

 

 

 

Cari lavoratori,

 

come volevasi dimostrare, chi realmente vuole strumentalizzare l’incidente accorso ai Vigili del Fuoco di Alessandria durante un intervento di soccorso sulla bretella Novi Ovadaè proprio chi oggi punta il dito.

 

Come al solito invece di lottare unitariamente per il raggiungimento di un unico scopo, cioè la tutela e difesa dei lavoratori, altri sindacati o non fanno nulla o peggio attaccano chi cerca di farlo usando qualsiasi mezzo, con comunicati farneticanti e deliranti, con ironie giullaresche piene di invidia personale nei confronti del responsabile RdB-Cub, o mentendo sul loro stesso impegno o a meno che intendano solo tutelare i dirigenti (vvf e polizia).

 

Queste nostre affermazioni sono facilmente verificabili proprio presso il comando dove chiunque, sulla trasparenza degli atti, può verificare se al protocollo vi sia qualche doc degli altri sindacati che oggi puntano il dito, anche un semplice comunicato di solidarietà ai VVF di Novi, NULLA non vi è nulla, ma oggi bè uno in verità c’è, si proprio quello della cisl sinalco vvf che ha trovato il tempo e la voglia di mettere in evidenza il vero volto di sindacato corporativo e servile. Certo gli sarebbe difficile dire qualcosa contro la polizia, un po’ per parentele dirette, un po’ per tradizione di famiglia ….

 

Ma ci rendiamo conto !Sia pur per errore, per fatalità, ma un proiettile ha bucato una APS, un mezzo VVF, colleghi la prossima volta se volete che la cosa non sia snobbata o insabbiata è necessario sacrificare un collega …. pensiamoci. Bè certo con testimoni eccellenti altrimenti poi qualcuno potrebbe dire che il collega si è voluto suicidare o è morto di freddo ecc ecc. Basta con la demagogia, basta con le ca….e qui nessuno vuol licenziare nessuno, qui si vuole solo chiarezza e giustizia, qui si vuole solo che certi fatti non succedano mai più. L’amministrazione ha fatto e sta facendo i suoi passi, il dirigente ci ha garantito la massima trasparenza sulla documentazione in suo possesso e sul suo operato. Ricordiamo ai colleghi della cisl che NOI abbiamo chiesto da subito un incontro con il dirigente avvenuto poi il 15 cm durante un incontro già programmato,NOI abbiamo chiesto un incontro con gli organi competenti e a questo non ci è stata data ancora risposta. Il direttore regionale, prefetto e questore sono anche a conoscenza dell’accaduto per una NOSTRA comunicazione, gli organi di stampa ai quali si voleva nascondere il tutto hanno potuto pubblicare la verità scaricando dal NOSTRO sito www.RdB115.org il NOSTRO comunicato. Il giorno 21 aprile è stata presentata in Parlamento dall’On Bulgarelli del Gruppo dei Verdi un’interrogazione con risposta scritta al Ministro dell’Interno in merito a quanto accaduto e nei prossimi giorni sarà presentata analoga interrogazione in Regione Piemonte .

 

NOI Abbiamo chiesto e sollecitato il supporto psicologico per i colleghi ORA e non fra un anno come è successo per l’incidente in cui ha perso la vita l’amico e collega Paolo (se invece della logica capitalista l’autostrada fosse stata chiusa magari con un protocollo operativo concordato forse…….) Questo è quello che ha fatto e sta facendo l’RdB VVF AL il tutto riscontrabile dalla lettera inviataci dal dirigente per conoscenza al prefetto dove si ringrazia la RdB-Cub per l’immediato interessamento. Non temiamo pressioni da parte di chicchessia , non siamo un’organizzazione alla quale si può mettere il bavaglio come quelle confederali. Lottare per la giustizia, la trasparenza e soprattutto per la sicurezza dei lavoratori per alcuni è sbagliato ma per noi è fondamentale e per questo siamo sicuri che il personale saprà prendere le distanze da chi preferisce insabbiare. Per la RdB, la trasparenza, la giustizia, la sicurezza dei lavoratori sono questioni che non hanno prezzo e se strumentalizzare significa tutelare i pompieri e la polizia ebbene sì è vero STIAMO STRUMENTALIZZANDO a fin di bene. (le procedure operative servirebbero anche per i poliziotti che la militarizzazione la subiscono di fatto hanno dovuto eseguire degli ordini).

 

La Rdb è sempre a disposizione a collaborare e confrontarsi con chiunque sempre nel rispetto dei ruoli, chiaramente non saremo MAI disponibili a far scrivere o pubblicare qualcosa dall’ufficio stampa comando in quanto chi è stato scelto dal dirigente è, guarda caso, un rappresentante di chi ci anche oggi ci accusa. Ringraziammo la CISL VVF AL per il suo comunicato, almeno su un pezzo di carta risulta che sanno che a Novi è successo qualcosa ….. e ringraziamo il sindacato di polizia della cgil che si è premurato di inviare ai colleghi che hanno “accidentalmente” sparato sui vvf un comunicato di solidarietà, cosa che ci sembra la cgil vvf non abbia fatto per chi i proiettili li ha ricevuti.

 

NB In attesa di sviluppi interessanti invitiamo tutti i colleghi ad esporre la bandiera della pace sull’APS …… magari si evita qualche altro buco.

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni