Agenzia Industrie Difesa: nuove dotazioni organiche e "spending review".

Roma -

L'Agenzia Industrie Difesa ha invitato alle Organizzazioni Sindacali Nazionali le nuove dotazioni organiche al 31/12/2014, comprensive del personale militare, in previsione dell'incontro del 1 agosto.

A fronte di una dotazione organica totale di 924 unità, la presenza attuale del personale è pari a 1024 unità, di cui 44 militari.

In attuazzione della legge n.95 del 6 luglio 2012 "spending review", anche l'A.I.D. dovrà provvedere ad una riduzione delle dotazioni organiche per un contingente non inferiore al 10% del personale, individuando in prima battuta i dipendenti prossimi al pensionamento (possesso dei requisiti al 31-12-2013 e decorrenza al 31-12-2014) con le modalità in vigore prima della riforma del sistema pensionistico della Fornero.

Il personale in procinto di pensionamento risulterebbe di 102 unità e, pertanto, il taglio non genererebbe alcun esubero ma, anzi, una carenza di 2 unità.

Questo a carattere generale ma, esaminando nello specifico le dotazioni ente x ente, ci accorgiamo come la distribuzione degli Esuberi e delle Carenze influisca negativamente sugli stabilimenti di Castellammare di St., Messina e Torre Annunziata dove l'AID dovrebbe andare a gestire questo personale in eccedenza.

ESUBERI
   CARENZE

DIREZIONE GENERALE

 0

18

FIRENZE

 2

10

CASTELLAMARE di ST.

12

 0

NOCETO di Parma

 8

15

MESSINA

47

31

FONTANA LIRI

37

55

TORRE ANNUNZIATA

34

 2

BAIANO di SPOLETO

17

28

Dal confronto del 1 agosto con la Direzione dell'AID, cercheremo di capire le intenzioni al riguardo e promuoveremo un'ipotesi alternativa di dotazione organica in quelle unità lavorative con personale in esubero che si caratterizzano per una difficile riccollocazione lavorativa sul territorio.  

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni