Anche la Calabria ha partorito il suo progetto

Catanzaro -

Ieri presso la sala operativa del Ministero dell?Interno si è conclusa una grande fatica

 

 

 

 

Lavoratori,

la Calabria si è dotata di un meraviglioso piano d?intervento attraverso l?istituzione di ben 38 (TRENTOTTO) distaccamenti volontari e misti per le esigenze legate al soccorso.

Il progetto elaborato dalla nostra amministrazione, pone finalmente rimedio, alle esigenze della nostra regione; d?ora in avanti, quando sentiremo le campane dei paesi suonare, non sarà perché vengono chiamati a raccolta i fedeli ma perché ci sono i ?pompieri volontari? che si organizzano per prestare soccorso.

Siamo veramente orgogliosi di questo risultato!!

Lo siamo ancora di più dei partners sindacali presenti alla discussione che, grazie al loro contributo, sono riusciti a spostare un distaccamento da un?area all?altra solamente perché dove era stato pensato i soccorsi sarebbero arrivati con un minuto di troppo rispetto i venti previsti dal progetto e questo onestamente non è ammissibile ? o siamo precisi oppure niente!!

Altra meraviglia che ci inorgoglisce, è quella della figura del nuovo dirigente regionale che grazie ad un grande lavoro ha individuato e prospettato l?istituzione di tutti i distaccamenti volontari senza aver mai convocato una riunione regionale con le organizzazioni sindacali. Oggi capiamo perché sono stati nominati dirigenti generali ? sono general?.mente funzionali al Governo!!

La RdB mantenendo fede alla propria linea, ha dichiarato di non essere pregiudizialmente contraria al volontariato in genere (possibilmente quello spontaneo) ribadendo però che se ne potrà parlare solamente (di volontariato) dopo aver riqualificato le attuali sedi di servizio e rivista l?attuale pianta organica.

Tale dichiarazione per l?amministrazione ?è una posizione politica? !! Bontà loro!!

Ora da Calabresi quali siamo, chiediamo alle altre organizzazioni sindacali come faranno ad attuare questo meraviglioso progetto considerando che la Calabria è una regione dove sia i paesi sia le città spesso sono sprovviste di centri sociali, ospedali e strade che per mancanza di soldi non permettano una viabilità efficiente e soprattutto che la finanziaria sta tagliando ulteriormente i fondi agli EE.LL .

In considerazione di ciò e vista la indisponibilità economica dei comuni, come sarà possibile che questi siano in grado di costruire 38 caserme per allocare i volontari, così come previsto dal progetto (antisismiche -centralini ? rimesse box?)? Sembra quasi un volerci pendere in giro! ?hanno pensato che qualità di soccorso offriremmo alla popolazione? ( nelle spese che gli enti locali dovranno sostenere bisognerà tener conto anche di quelle della demolizione degli attuali distaccamenti, visto che, in molti casi non presentano le caratteristiche di quelli che si vorrebbero costruire !!)

Lavoratori, da oggi in avanti quando non avremo più lavoratori attivi con contratti indeterminati che versano i contributi nelle casse previdenziali ? quando non ci saranno più nomine a capo reparto e capo squadra ? quando non ci saranno più mobilità per rientrare nelle città di appartenenza - e quando non avremo più nessuno nei comandi che ci sosterrà per chiedere un contratto di lavoro ???????ricordatevi a chi rivolgevi!

Oggi avete i responsabili di questo meraviglioso progetto, capaci di aver depotenziato una struttura nazionale come il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco in 20? giorni!!

Un ringraziamento di cuore

Ai post-compagni - ai post-democristiani ? ai post-socialisti - ai post-movimenti sociali?

Ai posteri ed alle nuove generazioni, che da oggi in avanti avranno la possibilità di realizzare il loro sogno (!) di essere volontari ... l?ardua sentenza !!!

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni