Crotone. Comunicato stampa 16 gennaio

Crotone -

I  LAVORATORI  DELLE AGENZIE FISCALI DI CROTONE CHIEDONO CHE IL CONTRATTO GLI VENGA RINNOVATO SUBITO!!

Sono ormai due anni che il contratto è scaduto (biennio economico 2003-2005) e all’orizzonte non si intravedono buone prospettive nemmeno per il rinnovo del biennio 2006-2007, visto le insufficienti risorse che il Governo ha stanziato nella Legge Finanziaria.

Ormai sembra una presa in giro nei confronti dei Lavoratori che da anni sopportano crescenti carichi di lavoro richiesti dall’Amministrazione, con tutto ciò che ne può conseguire per il Personale, che, anche nel 2006, si dovrà fare carico (Legge Finanziaria 2006) di assicurare, attraverso una maggiore incisività alla lotta all’evasione fiscale, maggiori entrate allo Stato. Di contro, la controparte, dopo il Protocollo d’intesa firmato nel mese di maggio c.a., e in seguito ad incontri interlocutori, non ha inteso chiudere positivamente il contratto economico 2003-2005 per riconoscere ai Lavoratori delle Agenzie Fiscali quello che per altri comparti è stato già riconosciuto, come: gli aumenti salariali, l’aumento dei buoni pasto ed altro.

A fronte di questo incredibile trattamento dei Lavoratori, che si sacrificano giornalmente utilizzando al massimo la loro professionalità, sobbarcandosi l’onere di portare nelle casse dello Stato ingenti risorse economiche con la conseguenza di trovarsi spesso sotto gli attacchi strumentali di alcune testate giornalistiche o di alcune forze politiche, che tendono a svilire il loro lavoro e l’apporto dei Lavoratori delle Agenzie Fiscali, non resta altro che lottare uniti per far smuovere i “Signori” del Governo e dare un trattamento giusto, non di serie B, al Personale dell’ex Ministero delle Finanze.

L’Agenzie Fiscali di Crotone, già dal 12 dicembre 2005, hanno iniziato ad organizzare tutti i giorni assemblee dei Lavoratori, durante l’orario di sportello, ed altre forme di lotta civile, per sensibilizzare e trasmettere, anche all’utenza, le problematiche riguardanti i rinnovi contrattuali (CCNL e CCNI).

Oggi 16 gennaio 2006, tutti i Lavoratori delle Agenzie Fiscali d’Italia hanno organizzato delle assemblee cittadine, con  concentrano davanti alle Prefetture di tutte le province, per manifestare pubblicamente ai cittadini italiani il loro disagio e la loro esasperazione per il mancato rinnovo del contratto.

 Inoltre, i lavoratori sono determinati e pronti ad aderire ad altre forme di protesta a livello nazionale, come uno Sciopero Generale con conseguente manifestazione davanti ai “palazzi del potere”. Tutto ciò, nella speranza che il nuovo anno non porti solo dei “condono facili”  per gli evasori fiscali, ma delle soluzioni concrete e tangibili per la risoluzione dei rinnovi contrattuali dei lavoratori citaliani, che pagano le tasse senza sconti di aliquote e di condoni.

CGIL           CISL          UIL           SALFI            RdB               FLP

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni