CSTP: continua lo stato di agitazione

Salerno -

esito negativo dell’incontro con Santocchio in Prefettura  

 

USB PRONTA A DICHIARARE LO SCIOPERO

PER SCONGIURARE I LICENZIAMENTI

E LA SVENDITA DEL CSTP

 

 

Nessun atto concreto, solo buoni propositi e pie intenzioni. L’Azienda CSTP, governata dal liquidatore Santocchio,  in 3 ore di richieste e domande dei lavoratori, non ha dato nessuna certezza. Per tanto, restando irrisolte tutte le criticità denunciate; USB mantiene lo stato di agitazione confermando l’esito negativo della procedura di raffreddamento tenutasi in data 11 luglio presso la sede della Prefettura di Salerno.

 

USB contesta altresì l’accordo siglato poche ore prima perché posticipa le soluzioni che i lavoratori attendevano, allunga l’agonia dell’azienda che rimane in liquidazione, e vanifica ogni reale e concreta possibilità di risanamento.

 

USB insieme ai lavoratori seguirà l’evolversi della vertenza per dare certezze salariali, continuità e sicurezza lavorativa ai dipendenti nonché un futuro certo al trasporto pubblico locale a Salerno.

 

USB rinnova l’invito all’assemblea dei soci a rimuovere l’attuale commissario liquidatore Santocchio che, diventato controllore di se stesso, ha la responsabilità politica e manageriale della crisi aziendale del CSTP e delle relative ricadute sociali di cui sono vittime i lavoratori e i cittadini.

 

 

USB Lavoro Privato

Settore Trasporti

 

 


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni