Dichiarazione di Sciopero provinciale per il giorno 14 giugno 2012.

Palermo -

Ministro dell'Interno

Prefetto Anna Maria CANCELLIERI

Sottosegretario di Stato all'Interno
Dott. Giovanni FERRARA

 

Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile
Capo Dipartimento

Prefetto Paolo Francesco TRONCA
Tramite:
Ufficio I - Gabinetto del Capo Dipartimento
Capo del Gabinetto del Capo Dipartimento
Viceprefetto Iolanda ROLLI

Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco
Vice Capo Dipartimento Vicario
Ing. Alfio PINI

Ufficio Garanzia dei Diritti Sindacali
Viceprefetto Aggiunto Giuseppe CERRONE

 

Alla Commissione di Garanzia per il diritto di sciopero – Roma -

 

Al Prefetto – Palermo -

 

Alla Direzione Regionale dei Vigili del Fuoco – Palermo -

 

Al Comando Prov.le dei Vigili del Fuoco – Palermo -

 

 

E, p.c. Alla USB VV.F. Roma - Sicilia – Palermo -

 

Palermo, 04/06/2012 A Tutto il Personale – Sede -

 

OGGETTO: dichiarazione di Sciopero provinciale per il giorno 14 giugno 2012.

 

Seguito vertenza aperta dalla USB VV.F. Palermo con Nota prot. 17/12 del 05/04/2012;

Visto l’esperimento primo tentativo di conciliazione richiesto con Nota STAFFCNVVF prot. in uscita n. 4513 del 13/04/2012 del Capo del Corpo ed espletato dal Presidente Commissione Paritetica presso Direzione Regionale VV.F. Sicilia in data 16 maggio 2012;

Ritenuto insoddisfacente il comportamento dell’Amministrazione VV.F. di Palermo la quale, ha rigettato in toto i 7 (sette) punti oggetto dell’agitazione USB VV.F. Palermo senza margini di mediazione le quali quest’ultime se in minima parte accolte avrebbero quantomeno consentito la sospensione dell’Agitazione Provinciale di categoria.

Appurato il comportamento pregiudizievole con recidiva applicato dal Dirigente del Comando VV.F. di Palermo, il quale, anche dopo l’apertura dell’accertamento, su nostra richiesta, da parte della Commissione per la Garanzia, continua a convocare le OO.SS. Provinciali, ivi compresa la scrivente, durante la fase di Agitazione in essere in cui è stata dichiarata la chiusura dei rapporti sindacali (COM-PA prot. uscita n° 16846 del 25/05/2012, modificata dalla 16982 del 26/05/2012 e dalla 17324 del 29/05/2012, a sua volta la 16982/12 modificata dalla 17176 del 28/05/2012, e la 17324/12 modificata ulteriormente dalla 17758 del 01/06/2012 – convocazione OO.SS. in tavoli separati e in orari differenti per i gg. 05, 06, 11 giugno p.v.)

Nel rispetto della Legge 146/90 e successive M. ed I.;

nel rispetto della Regolamentazione Provvisoria deliberata dalla Commissione di Garanzia il 16/07/2001, n° 01/92, pubblicata in G.U.R.I. n° 185 del 10/08/01 e successive M ed I.;

Considerato il protrarsi di un atteggiamento di totale sprezzo delle regole sfociato nella violazione del DPCM in vigore sulle Piante Organiche (distaccamento VV.F. di Petralia);

Vista la violazione sia del regolamento della mobilità che dell’inadempienza nell’assegnare il personale trasferito Ufficialmente al Comando di Palermo ma inesistente sul territorio Provinciale, quindi privo di destinazione e di sede di servizio;

Valutato l’abuso manifestato a scapito della USB VV.F. di Palermo nella parte in cui viene richiesta ma negata, la lista del personale in forza al Comando di Palermo che ha compilato domanda di mobilità interna;

Valutata l’indifferenza manifestata, a fronte di una vertenza provinciale aperta, senza la benché minima volontà a volere ripristinare correte relazioni sindacali improntate sulla trasparenza e sul reciproco rispetto, nonostante la volontà espressa da parte della scrivente OS durante la fase di conciliazione esperita sul tavolo della Commissione Paritetica in data 16 maggio 2012;

Costatata la mancata risoluzione di TUTTE le questioni sollevate.

La USB VV.F. Palermo proclama una prima giornata di sciopero Provinciale della categoria per il giorno 14 giugno 2012.

La prima giornata di sciopero interesserà tutto il personale in servizio nella Provincia di Palermo, ivi comprese la sede aeroportuale, portuale, TLC, Direzione Regionale, Ufficio Ispettivo per l’Italia Meridionale e la Sicilia, Sale Operative e Nucleo Sommozzatori.

L’astensione dal Lavoro sarà articolata secondo le seguenti modalità:

dalle ore 10:00 alle ore 14:00, 4 (quattro) ore, per il Personale Operativo;

per il personale Amministrativo, Operativo e Informatico a servizio giornaliero, l’intera giornata lavorativa.

Durante le fasi di sciopero saranno garantite e rispettate le prescrizioni relative ai servizi minimi essenziali se concordate o richieste.

Per la Commissione di Garanzia si allega il verbale del tentativo di conciliazione.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni