ELEZIONI. SFIDA RDB A PRODI: ASSUMA 500 MILA PRECARI

Bologna -

CAMPER PRECARIO A BOLOGNA PER COMIZIO FINALE LEADER
UNIONE.
                        (DIRE) Bologna, 05 apr - Al grido di "Basta
precarieta'", le Rappresentanze sindacali di base (Rdb) sfidano Romano Prodi:
se tra qualche giorno sara' premier (ma la richiesta vale per "chiunque vinca"
gli chiederanno di assumere seduta stante il circa mezzo milione di precari che
secondo il sindacato di base e' impegnato nella pubblica amministrazione e
negli enti locali.
                        Il coordinamento dei precari di base delle Rdb,
intanto, sta promuovendo su scala nazionale un movimento degli atipici che
lavorano nei vari settori del pubblico (una riunione e' prevista per il 20
aprile, poi, a maggio, una grande assemblea dei precari a Roma). L'obiettivo,
spiega il responsabile Rdb, Massimo Betti, e' una proposta di legge per
regolarizzare il popolo dei precari nelle amministrazioni pubbliche. "La
richiesta e' quella di una sanatoria per i lavoratori della pubblica
amministrazione, cioe' di assumerli tutti. I soldi? Bisogna trovarli. Senza
questi lavoratori il taglio del 5% sul cuneo fiscale non lo fai, e cosi' la
lotta all'evasione fiscale". A Bologna il camper "precario" sara' in Piazza Re
Enzo negli ultimi tre giorni della campagna elettorale, da oggi a venerdi'.
Volantinaggio e appelli rivolti ai politici di centrosinistra impegnati nei
comizi in citta': oggi Armando Cossutta (Pdci), nei prossimi giorni Paolo Cento
(Verdi) e il leader di Rifondazione comunista Fausto Bertinotti, domani alle 18
in Piazza Maggiore. In serata, poi, ci sara' il comizio finale del candidato
premier Romano Prodi. (Bil/ segue) 16:36 05-04-06 NNNN

                              IL RESTO DEL CARLINO
                               
                              E' arrivato il 'camper precario'
                               
                              L'iniziativa, firmata dai sindacati di base
Rdb-Cub, vuole rilanciare il problema del precariato lavorativo chiedendo ai
candidati alle elezioni politiche un impegno concreto a favore dei lavoratori
'sfrattati' 

                               Bologna, 5 aprile 2006 - E' arrivato in piazza
Re Enzo a Bologna, dove sostera' anche domani e dopodomani, il ''camper
precario'' istituito dalle rappresentanze sindacali di base (Rdb-Cub) per
rilanciare il problema del precariato lavorativo e sociale e per chiedere ai
candidati impegnati nei comizi conclusivi della campagna elettorale un impegno
concreto a favore dei lavoratori ''sfrattati'' dalla pubblica amministrazione.

                              ''Il problema del precariato deve essere trattato
come una questione emergenziale. La stabilizzazione dei precari nella pubblica
amministrazione deve diventare il primo punto nell'agenda politica degli
amministratori locali e del prossimo Governo'', ha detto il coordinatore della
Cub Massimo Betti.

                              ''Per questo motivo abbiamo invitato a
partecipare alla nostra iniziativa tutti i rappresentanti dei partiti politici
che in questi ultimi giorni di campagna elettorale saranno a Bologna per tenere
i loro comizi. Per questa prima giornata del presidio - ha continuato Betti -
l'invito e' stato raccolto da Armando Cossutta (Pdci), mentre domani saranno
presenti Fausto Bertinotti (Prc) e Paolo Cento (Verdi)''.

                              Nel camper precario i cittadini saranno inoltre
invitati a sottoscrivere la proposta di legge popolare per l'istituzione di una
nuova 'scala mobile'.


                            


                      
                

            (DIRE) Bologna, 05 apr - "Prodi non ci ancora risposto, ma se viene
a fare due chiacchiere qualche cosa gli chiediamo- spiega Betti- vogliamo
entrare a gamba tesa nella campagna elettorale, sbattiamo in faccia quella
precarieta' di cui si parla solo in termini astratti. I politici non conoscono
la pubblica amministrazione". In parallelo alla proposta di assunzione dei
precari nella pubblica amministrazione, Rdb chiede il ripristino della scala
mobile ("tutti firmano ai banchetti, ma purtroppo i giovani non sanno cos'e'".
Al "camper precario" partecipano le varie categorie di precari della pubblica
amministrazione a Bologna. Un migliaio di lavoratori: "E' precario il 40% del
personale dei nidi- esemplifica Betti- su 500 vigili del fuoco 80 sono
lavoratori discontinui". (Bil/ Dire) 16:37 05-04-06 NNNN

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni