Emila-Romagna: progetto soccorso Italia in 20 minuti

Ravenna -

Esito dell'incontro tenutosi tra le organizzazioni sindacali della regione EmiliaRomagna e il Sottosegretario Balocchi il 14 ottobre presso il Minis

Lavoratori,

si può tranquillamente affermare che l’incontro di cui parliamo ha avuto la tragicomica apparenza di una “farsa”.

Infatti il sottosegretario On. Balocchi, presente all’incontro, non ha fatto altro che ripetere il “solito” refrein che ripropone a tutte le apparizioni ufficiali, cioè quanti distaccamenti in questi ultimi due anni ha avuto il piacere di inaugurare, nel suo “peregrinare” in lungo e in largo. Ancora lo abbiamo sentito vantarsi dell’apertura di 25 nuove sedi (di cui solo 7 permanenti!!) nella nostra regione. Insomma é ancora in aperta campagna elettorale.

Per quanto concerne l’ordine dei lavori, il sottosegretario pare chiaramente determinato ad aprire sedi x la componente volontaria, seguendo un programma di massima definito assieme all’Amministrazione. Purtroppo, questo suo “faraonico” progetto, che non è a costo zero come i meno informati potrebbero pensare, trattandosi di “volontari”, dovrà invece avvalersi, per coprire le ingenti spese (205mln Euro), dell’aiuto delle Regioni, degli Enti Locali, ai quali, ahimè la Finanziaria ha pesantemente tagliato i “trasferimenti di risorse”! Magari in qualche Comune avranno una sede volontaria in più e un asilo nido in meno!

Solo in pochissimi casi, l’Onorevole sottosegretario ha ritenuto di cogliere le proposte dei rappresentanti sindacali regionali, i quali avevano prodotto un loro progetto di massima c/o l’allora Ispettorato Emilia-Romagna. Per il resto via dritto come un siluro, ha tutto in testa l’On. Balocchi! Si è dimenticato però, ad esempio, di parlare di Ravenna: quando glielo abbiamo ricordato, anche il distacc. di Cervia che doveva essere permanente ce l’ha tramutato in misto!!

Era meglio stare zitti! Comunque ne vedremo delle belle, state certi!!

Poi è toccato all’Amministrazione: dopo mesi di studio, ecco partorito il “bambino”: c’è bisogno di almeno 11.000 pompieri!! Grazie, se lo chiedevano a noi, gli risparmiavamo lo “stress” da algoritmi……..

Pura demagogia quindi, ci spieghino lorsignori come superare il blocco delle assunzioni, i tagli indiscriminati che attualmente non permettono più ai comandi, ormai in ginocchio, di richiamare “a tempo determinato” neanche più i discontinui! E fra non molto se ne vanno anche gli ausiliari.

Tante belle parole tante belle promesse, ma la Finanziaria è lì, e sarà di lacrime e sangue anche per il Corpo Nazionale.

INTANTO IL PREMIER IN CONFERENZA STAMPA DA BRUXELLES, CONFERMANDO LE PAROLE DI MARTINO, MINISTRO DELLA “GUERRA” CHE VUOLE PROROGARE LA PERMANENZA DEL CONTINGENTE ITALIANO IN IRAQ (200-250 MLN DI EURO) X ALTRI 6 MESI, COMFERMA CHE LE SPESE PER GLI ARMAMENTI SARANNO DESTINATI A CRESCERE………INDOVINATE UN PO’ CHI PAGA???

7 NOVEMBRE SCIOPERO GENERALE TUTTA LA GIORNATA

ORE 10.00 MANIFESTAZIONE A MILANO LARGO CAIROLI

VEDIAMO DI ESSERE UNA MOLTITUDINE IN DIVISACOMPLETA ED ELMO

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni