Entrate Marche. Qualità fa rima con equità.

Ancona -

Nello stesso giorno (il 17 c. m.) sono arrivate le risposte del dirigente relative alla nostra nota sul trasloco (17/11) e riguardo alla ns. richiesta di impegno a correggere le storture del FPS 2003 con l’FPS 2004 (9/11), che contestualizziamo nel ns. presente commento e, in ogni caso, alleghiamo. RISPOSTA SU TRASLOCO - RISPOSTA SU FPS

Sul trasloco, ancora una volta, è mancata la capacità complessiva di governo e di coordinamento: bastava rinviarlo del tempo necessario a completare il tutto.

Molto più rilevante la questione dell’equità. Risulta evidente il non impegno (risposta redatta su carta non intestata e trasmessa in copia), anche se uno spiraglio lo si intravvede:  “… Ritengo che qualsiasimodifica di quell’accordo (del 25/7) debba trovare analoga legittimazione e condivisione…”. In altre parole: se la maggioranza dei soggetti sindacali legittimati (RSU e OO. SS.) vuole un diverso accordo (che per es. faccia giustizia) o qualunque esso sia, io non mi oppongo…  Verrebbe da dire: non sono bastate 70 firme (nessuno si è tirato indietro), che per noi hanno un valore assoluto?

Ci passi questa riflessione svolta sul filo della nostalgia: come sono lontani i tempi in cui il direttore era il primo degli impiegati e, soprattutto, tendeva a salvaguardare i dipendenti. Nel nuovo sistema ciò che si è acquistato in dubbia managerialità, ci sembra, che si sia perso in equità ed in umanità. E’ evidente che il problema è molto più generale – è politico - va oltre il ristretto ambito dell’ufficio.

Il 10 c. m. abbiamo avuto la visita dell’ente certificatore per la qualità dei servizi. E’ andata come doveva andare, cioè bene. Per noi l’obiettivo più alto della qualità resta quello di una serena comunità di lavoro. Stante però le disparità rese pubbliche dai ns. precedenti comunicati, la conclusione che si deve trarre è che qualità = disparità nel salario accessorio. Questo giudizio viene confermato dall’analisi comparata (su questo, rinviamo ad apposito comunicato) della distribuzione del FPS 2003 in altri uffici provinciali, dove non c’è stata la certificazione. Ad es., anticipiamo che nell’U. L. di Senigallia (dato provvisorio), le quote orarie vanno da €0,43 a €1,58 (range 367%), addirittura nell’U. L. di Fabriano (dove l’RdB ha firmato) da €1,01 a €2,89 (range 285%).  Nell’ U. L. di Ancona, vanno da €0,31 a €2,48 (range 800%);  l’equità si vede nella concretezza  !!!

A questo punto, lungi dall’essere chiuse, tutte le strade sono aperte. Ognuno è posto dinnanzi alle proprie responsabilità. 

L’UNICA COSA DA NON FARE È LASCIARE LE COSE COME STANNO…PER NOI QUALITA’ FA RIMA CON EQUITA’.

Ancona, 21 novembre 2005

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni