I compiti per i precari della scuola: domanda di indennità di disoccupazione - Guida per la domanda di indennità di disoccupazione.

Nazionale -

Continua la “truffa” ai danni dei precari della scuola (usati e sfruttati fino a fine giugno anziché fino al 31 agosto, termine naturale dell'anno scolastico) e di tutti i cittadini. Invece di assumere i precari annuali fino al 31 agosto il MIUR assume fino al 30 giugno e poi scarica i costi della disoccupazione dei mesi estivi sulle casse dell'INPS. Ci dicono che dobbiamo lavorare fino a 70 anni perchè il sistema non sarebbe sostenibile, poi usano i fondi INPS (versati da tutti i lavoratori) per garantire lo sfruttamento dei precari.

Guida per la domanda di indennità di disoccupazione.


L’INPS dal 1° aprile 2011 non accetta più le domande di disoccupazione per via cartacea, ma solo per via telematica, dunque non è più possibile presentare la domanda presso gli sportelli delle sedi territoriali.

Chi ha diritto alla disoccupazione ordinaria?

I requisiti per avere diritto all'indennità ordinaria di disoccupazione sono due e debbono essere entrambi soddisfatti:
1) II primo requisito da soddisfare è quello dell'anzianità contributiva, cioè il lavoratore deve far valere un contributo settimanale contro la disoccupazione involontaria versato almeno 2 anni prima della cessazione dell'ultimo rapporto di lavoro.

2) II secondo requisito è quello contributivo, il lavoratore deve far valere almeno 52 contributi settimanali (pari ad un anno) versati nell'assicurazione contro la disoccupazione involontaria nei due anni immediatamente precedenti la data di cessazione del rapporto di lavoro.

3) Il terzo requisito è di aver presentato al Centro per l’impiego la dichiarazione di immediata disponibilità lavorativa (in alcune province i centri per l'impiego hanno attivato una procedura con modello on line). 


Da quando decorre l'indennità?

L'indennità decorre:

- dall'ottavo giorno dal licenziamento, se la domanda è stata presentata nei primi 7 giorni;


- dal quinto giorno successivo alla data della domanda, se presentata entro i 68 giorni dal licenziamento;


- dalla data di rilascio al Centro per l 'Impiego della dichiarazione di
disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa se questa è successiva alle due precedenti ipotesi.

N.B. Tutti i giorni intercorrenti tra la conclusione del rapporto di lavoro
e la decorrenza dell'indennità non sono indennizzati. E' quindi utile
presentare la domanda nei primi 7 giorni successivi la conclusione del
rapporto di lavoro, dopo aver reso la dichiarazione di disponibilità al
Centro per l'Impiego.


Quali sono le procedure per richiedere l'indennità?

- Presentare al Centro per l’impiego la dichiarazione di immediata disponibilità lavorativa.

- via WEB: chi ha il PIN potrà accedere al portale dell’Istituto, www.inps.it , e presentare direttamente la domanda di disoccupazione;

- tramite il contact center integrato, telefonando al numero verde 803164;

- tramite i patronati e tutti gli intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

Dato che la procedura non e’ immediata, per i precari che intendono
presentare domanda di disoccupazione ordinaria, è necessario che si
procurino per tempo il PIN rilasciato dall’INPS, con il quale accedere
alle funzioni che consentono la presentazione della domanda.



Queste le procedure di rilascio del PIN (per tutti, in caso di difficolta’, e’ possibile chiamare il numero INPS 803 164 dal lun. al ven. dalle 8:00 alle 20:00 e il sab. dalle 8:00 alle 14:00):

1) Coloro che sono già in possesso di un PIN rilasciato prima del 15 marzo 2011 on line, dovranno convertirlo in PIN dispositivo, accedendo al sito www.inps.it seguendo il percorso presente nella home page “Richiedi il tuo PIN online” -> “Converti PIN”.


  • Bisognera’ stampare e firmare il modulo di richiesta precompilato, che dovrà essere spedito, insieme ad una copia di un documento di riconoscimento, secondo una delle seguenti modalità:

    A- via fax, al numero 800 803 164 (modulo firmato +copia del documento
    di riconoscimento);
    B- presso una sede territoriale INPS;
    C- attraverso un’apposita funzione di invio documentazione che si
    trova nella procedura online di richiesta, allegando copia digitalizzata del
    documento di riconoscimento.

    2) Coloro che hanno ricevuto una lettera dell’INPS, contenente i primi 8
    caratteri del PIN, possono completare la procedura accedendo al sito
    www.inps.it e seguendo il percorso presente nella home page “Richiedi il
    tuo PIN online” -> “Attiva PIN”

    3) Coloro che non sono in possesso di un PIN, possono richiederlo secondo le seguenti modalità:

    dal sito www.inps.it, seguendo il percorso presente nella home page
    “Richiedi il tuo PIN online”. In questo modo si otterranno i primi 8
    caratteri del PIN (che saranno spediti via e-mail o via sms), in seguito
    saranno inviati via posta gli altri 8, all’indirizzo da indicato nella
    richiesta.
    compilando il modulo di richiesta, con allegata copia del documento di
    identità, e recandosi presso una delle sedi territoriali dell’Istituto.



In seguito si potra’ accedere al modello di domanda sul sito www.inps.it seguendo il seguente percorso:

servizi on line -> servizi per il cittadino ->
autenticazione con PIN -> invio di domande di prestazioni a sostegno del
reddito -> cessazione rapporto di lavoro -> disoccupazione ordinaria.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni