I Gattopardi diventano Conflittuali

Roma -

Ieri a braccetto con il Governo oggi conflittuali con uno sciopericchio inutile!

 

Lavoratori,

abbiamo avuto modo di leggere la nota del sindacato federale Cisl, del 2 novembre, u.s. dove s’invitano le organizzazioni sindacali del corpo nazionale ad una mobilitazione per chiedere al governo di reperire risorse aggiuntive destinandole a finanziare l’ordinamento professionale di nuova istituzione, l’adeguamento dell’organico e finanziare il contratto di lavoro del 2006/2007.

Ora, indipendentemente dal fatto che sia o no la RdB-Cub fra i destinatari della missiva degli “amici”, si rendono più che mai necessarie alcune riflessioni per capire che la demagogia ed il populismo più degenerato ormai non hanno più limiti.

I nuovi fautori del fronte unico dei lavoratori hanno già dichiarato uno sciopero nazionale o meglio sciopericchio per il 25 novembre, su argomenti general generici tipo l’emergenza sociale, il mezzogiorno, ecc. Titoli ovvi e scontati che amici, compagni e affini propongono periodicamente ad ogni presentazione della Finanziaria.

Questi “signori” che adesso si scoprono “conflittuali” sono gli stessi che hanno fortemente contribuito con i vari Governi alle politiche di smantellamento dello stato sociale, alla riduzione delle tutele e delle sicurezze, all’impoverimento salariale della classe lavoratrice per “finanziare” il loro interessi (vedi Trattamento di Fine Rapporto – TFR). Si ha l’impressione che il loro sciopericchio serva solo ed esclusivamente a delegare la cara Cisl quale sindacato concertativo capace di riuscire ad emendare (forse) qualche articolo della Finanziaria.

Noi siamo convinti che emendare non serva nulla.

Comunque volendo restare nel settore dei lavoratori del corpo nazionale vigili del fuoco, altrimenti saremo confusi col populismo dei privi di sapere, gli “amici” della Cisl hanno un bel coraggio o meglio sfrontatezza ad invitare gli altri sindacati ad una battaglia per gli organici, quando da sempre hanno avallato le assunzioni con il contagocce e non contenti di avere firmato un contratto di lavoro con aumenti miserabili, vogliono ora mettere mano alla struttura contrattuale per eliminare l’ultimo baluardo di diritto dopo che, a braccetto con l’amministrazione e quindi con il Governo, hanno indirizzato i lavoratori nel tunnel più oscuro e assoluto del nuovo ordinamento professionale che limita fortemente i diritti ed è economicamente, a dir poco, da fame. Ora belli belli, si presentano con la letterina di Natale come se tutte le relazioni fossero nella normalità.

E’ vero il detto che quando si ha la faccia come il posteriore non cè mai limite alla vergogna!

C’era bisogno della presentazione della Finanziaria per capire che non ci sarebbero stati né soldi per i contratti futuri, né tanto meno per quelli che già loro hanno firmato?!

Ma forse le mire della Cisl che ha contribuito non poco nel creare il mostro del comparto sicurezza sono altre, che sia la cinghia di trasmissione nel gioco della politica con la controparte per rimbrancare le altre organizzazioni integrandole e come sindacato EGEMONE farsi tutti assieme una BELLA CONCERTAZIONE ad uso e consumo per tutte le stagioni per qualsiasi Governo, presente o futuro. E’ insolito e strumentale, quindi che costoro si rivolgano a chi con coerenza ha sempre sostenuto che questo passaggio serviva solo al governo ed all’amministrazione per colpire i lavoratori dequalificandoli nei loro diritti personali e sindacali.

La RdB-Cub, continuerà la sua battaglia contro questo sistema di relazioni dove l’unico obiettivo è quello di isolare il sindacato, ma anche contro chi ha voluto, pur non avendo i numeri ma solo l’appoggio del potere, trascinarci in una selva oscura dove a rimetterci saranno solo i lavoratori.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni