Il commercio è un settore a rischio, vacciniamo subito tutti i lavoratori

Nazionale -

Il Commercio è uno dei settori più esposti al rischio di contagio eppure nessun piano vaccinale è stato ancora ipotizzato per i lavoratori

Commessi e cassieri non hanno mai smesso di lavorare fin dai primi focolai di Coronavirus, garantendo l’approvvigionamento primario e non a milioni di utenti. Al di là delle belle parole di ringraziamento, pochissimo è stato fatto per tutelare il settore.

I lavoratori hanno fatto i conti con l’assenza dei dispositivi di protezione, costretti ad indossare le poche mascherine fornite per intere settimane. Mentre i contagi aumentavano, abbiamo dovuto aspettare mesi per timidissime riduzioni di orario, troppo presto ritirate.

Oggi, con l’esasperazione delle persone alle misure di prevenzione del contagio, i dipendenti vengono posti nell’improprio ruolo di sorveglianti, oltre alle loro mansioni specifiche. Nel tentativo di evitare gli assembramenti e far indossare le mascherine nel modo corretto, i dipendenti subiscono  rimproveri, insulti e minacce fino a vere e proprie aggressioni.

La mancanza delle dovute tutele, fra cui tamponi e screening ha portato il settore al quarto posto per i morti sul lavoro, i lavoratori uccisi nel 2020 sono stati 71 rispetto ai 27 dell’anno precedente.

La fine della vaccinazione per medici, infermieri ed operatori sanitari ha posto in primo piano le altre categorie a rischio, ma ancora una volta commessi e cassieri ne sono esclusi, nonostante l’Oms abbia segnalato il settore come “ad alto rischio biologico”.

Nei centri commerciali, infatti, i lavoratori operano per tutto il turno a stretto contatto con le persone, in ambienti chiusi e con poco ricambio d’aria, in situazioni spesso di sovraffollamento, in particolare in alcune fasce orarie e nei fine settimana.

Non vogliamo essere eroi né essenziali, soltanto lavorare in sicurezza con un orario e un salario degni.

Vista la possibilità delle singole Regioni di legiferare in proposito, chiediamo una delibera che includa i lavoratori del Commercio fra le categorie che riceveranno per prime i vaccini.

Allo stesso modo, devono essere effettuati controlli stringenti sui centri commerciali per controllare l’effettivo adempimento di tutte le misure di salute e sicurezza che limitano il contagio e proteggono lavoratori e clienti.

 

Usb Commercio

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati