INDENNITA' di TURNO: una "indegnità" premeditata

Roma -

PARTICOLARI INCARICHI: ieri contentati i parenti; oggi gli amici

 

Lavoratori,

la cosa più semplice sarebbe quella di affermare “ l’avevamo detto” ma riteniamo che sia doveroso per tutti i lavoratori del corpo sapere a chi affidare le proprie aspettative sindacali ovvero a chi le stiano affidando!

Indennità di turno; ricordate quando la RdB-Cub, si rifiutò di sottoscrivere il secondo accordo proposto dall’amministrazione sull’indennità dei 3 euro con l’avallo di Cgil, Cisl e Uil, per tutte quelle figure correlate al soccorso che svolgevano attività lavorativa “giornaliera”?

Bene, dopo la facile intuizione della RdB-Cub, sui veri intenti dell’amministrazione, ora con la bozza di circolare fornitaci le nostre denunce diventano realtà, l’indennità viene proposta anche per tutto il personale giornaliero (nella misura di 1,5 euro al giorno) vanificando così il principio di riconoscere, finalmente, al personale turnista il disagio e lo stress da turnazione, per il lavoro che svolge nelle festività, di notte ecc.

La concertazione e la poca lungimiranza di alcuni rappresentanti sindacali, che in un primo momento hanno sottoscritto un accordo con la RdB-Cub in linea con i principi di incentivare i turnisti, ha richiamato all’ordine gli “indisciplinati” costringendoli a sottostare ai diktat dell’unità sindacale.

Costoro hanno sottoscritto un altro accordo, questa volta insieme ai partners di sempre, indignandosi, dopo mesi, se tale accordo rappresenti, a nostro giudizio, una “pugnalata ai lavoratori turnisti”.

Certo, non ci meraviglia leggere e sentire lo stupore di qualche addetto ai lavori, ma ci pare di voler offendere l’intelligenza dei lavoratori omettere che in quella trattativa c’erano proprio coloro che hanno sottoscritto l’attribuzione dell’indennità a tutti. Omettere inoltre che la circolare predisposta all’uopo, se passerà così com’è, comprometterà anche la possibilità di un’elevazione dell’indennità ai turnisti conferma l’inettitudine di chi sottoscrive certi accordi.

Ma al male non c’è mai fine, infatti un’altra scelleratezza è stata firmata il 1 ottobre scorso, dai soliti sindacati e l’amministrazione, in merito alla sospensione dell’attribuzione di un punto e ½ per gli incarichi particolari al personale che abbia partecipato alle progressioni di carriera, così come invece era avvenuto in passato.

Prima hanno fatto scempio nelle graduatorie dei precedenti concorsi, favorendo scavalcamenti tra i lavoratori con incarichi mai esistiti e più variegati possibili; ora probabilmente chi doveva essere accontentato è stato “soddisfatto” e per gli attuali concorsi, in corso d’opera, capo reparto e capo squadra, hanno pensato bene di eliminare il punto e mezzo a tutti per i particolari incarichi!

Per questo la RdB-Cub si è rifiutata di firmare non avallando un altro danno ai dipendenti.

Lavoratori in occasione di queste elezioni RSU con il vostro voto potete togliere la rappresentanza a personaggi sempre di più boriosi e tronfi, sicuri di conquistare, dopo aver prestato il fianco all’amministrazione per gestire tutte le attività contrattuali in cambio di favori clientelari, consensi in cambio di 1,50 euro!

Non cadere nella rete a loro congeniale delle chiacchiere pre-elettorali in vista del rinnovo delle RSU.

PASSA DALLA TUA PARTE!

ABBANDONA I SINDACATI CONCERTATIVI!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni