La Croce Rossa si mobilita Occupazione sedi e sciopero

Roma -

I lavoratori della Croce Rossa Italiana continuano lo stato di agitazione e l'occupazione di gran parte delle sedi di lavoro, garantendo solo i servizi di emergenza ed urgenza. Lo ribadiscono i sindacati Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Rdb, Finadi-Cri, all'indomani della notizia della convocazione (ma la data non è stata ancora fissata) delle parti a Palazzo Chigi. «I lavoratori della Cri - afferma Massimiliano Gesmini della Rdb a nome anche delle altre sigle sindacali - prendono atto delle dichiarazioni del presidente Barra sull'impegno richiesto al sottosegretario Letta per la vertenza, ma ribadiscono il loro stato di agitazione finché non otterranno risultati concreti». Intanto i lavoratori, che protestano contro il mancato pagamento in busta paga delle indennità accessorie, hanno indetto una manifestazione nazionale, che si terrà a Roma il prossimo 16 maggio ed hanno indicato (data da confermare) il 26 maggio come giorno per lo sciopero.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni