La Giunta delle cicale

Firenze -

avara solo con i propri dipendenti……

Tra pochi giorni, in grave ritardo, partiranno le trattative tra Amministrazione Comunale ed RSU per il rinnovo del contratto integrativo decentrato. Il nodo principale sarà costituito dalle risorse finanziare necessarie per dare una risposta seria, concreta ed equa alle aspettative delle lavoratrici e dei lavoratori del Comune di Firenze.

RdB stima ad 8 milioni di euro l’entità delle risorse aggiuntive per stipulare un contratto integrativo soddisfacente e che dia risposte minime sul salario, i diritti e il lavoro.

La Giunta in sede di bilancio preventivo non ha stanziato neppure un euro. Questo atteggiamento se non troverà un immediata e sostanziale correzione non potrà che sfociare in una rottura conflittuale tra il sindacato e l’A.C.

Non accetteremo le solite litanie sul governo cattivo che taglia i fondi, non accetteremo che si insinui che i nostri diritti sono in rotta di collisione con le politiche sociali, non accetteremo le solite minacce: più soldi ai dipendenti più tasse.

Non accetteremo che si cerchi di incuneare un conflitto di interessi tra i cittadini e i dipendenti pubblici del Comune di Firenze, che sono chiamati per funzione ad assicurare i servizi per la collettività.

La valorizzazione e l’adeguata remunerazione dei dipendenti del Comune è la condizione per migliorare l’efficienza e la qualità dei servizi pubblici.

Le risorse ci sono si tratta di distrarle da un utilizzo all’insegna del clientelismo e dello spreco.

Corre voce che l’A.C. in violazione degli accordi sottoscritti e progressivamente intenda costituire altre 30 Posizioni Organizzative! Non paga del fallimento organizzativo e professionale dell’istituzione delle P.O. l’Amministrazione si prepara a destinare ulteriori, ingenti risorse per pochi eletti.

Questo mentre continua la dissennata politica delle consulenze, grandi e piccole. Uno degli ultimi casi denunciato dalla stampa locale, riguarda la consulente per la cooperazione internazionale che dopo uno stillicidio di consulenze che vanno dal 2000 al 2004, rinnovate ogni tre/quattro mesi, viene di fatto assunta per l’intero mandato del Sindaco per una spesa complessiva di 140.000 euro. Ma dove sono questi grandi risultati nell’ambito della cooperazione internazionale del Comune di Firenze che giustifichino quasi 10 anni consulenze? Quali progetti ha realizzato? O tutto si riduce a viaggi, chiacchiere e note spese?

I soldi ci sono. Non accetteremo che la Giunta delle cicale faccia pagare il prezzo di un’avarizia ingiustificata ed iniqua a 5000 dipendenti che sono fermi da anni al palo di un contratto integrativo scaduto.

Firenze, 6 febbraio 2005

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni