La RdB-Cub fa presentare una interrogazione parlamentare contro uno spot pubblicitario che distorce la realtà dei pompieri

Roma -

Comunicato Stampa RdB-Cub Vigili del Fuoco

 

Le reti nazionali pubbliche e private da giorni pubblicizzano un istituto di credito denominato “conto arancio” rappresentando un vigile del fuoco munito di dispositivi di protezione individuale, attrezzature e mezzi del Corpo nazionale, forviando il giudizio dei cittadini rispetto la credibilità e la considerazione della categoria.

Da anni la RdB-Cub si batte per la difesa del salario e contro il caro vita. Quanto viene mostrato dalla pubblicità in questione, in particolare la villa lussuosa e l’agiatezza che viene rappresentata grazie agli investimenti effettuati nel “conto arancio”, non ricalcano minimamente lo stile di vita dei Vigili del Fuoco.

La RdB-Cub, nel rispetto della dignità dei lavoratori del corpo nazionale nonché nel ricondurre l’immagine dei Vigili del Fuoco all’interno dei canoni più consoni alle attività svolte dalla categoria, ha chiesto all’onorevole Paolo Cento di interpellare il Ministro dell’Interno On. Pisano per conoscere i termini, anche di tipo economici, della pubblicità in questione.

Allegato a questo comunicato nel sito www.rdb115.org il testo integrale della interpellanza parlamentare presentata nella seduta del 23 settembre agli atti Parlamentari allegato B ai resoconti

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni