La Spezia

La Spezia -

Al Dirigente provinciale del comando di La Spezia

ing. Gaspare FUNDARO

 

e p.c. al Direttore regionale della Liguria

ing. Renato RIGGIO

 

 

Oggetto: contestazione OdG n° 378 del 29 giugno 2012.

 

In riferimento al verbale di contrattazione decentrata del 8 giugno 2012, ed al successivo ordine del giorno n°378 del 29 giugno 2012 (del quale si contesta la sua reale inapplicabilità, con specifico riferimento al sovraccarico di lavoro e all’espressa inapplicabilità di convivenza dei diversi carichi di lavoro).

 

La scrivente rimarca che tale manovra amministrativa, non in sintonia con le norme contrattuali, rimarca la linea di questa dirigenza che è volta ai propri interessi di parte senza tenere presente la tutela dei lavoratori e il conseguente sviluppo del processo lavorativo del comando. Si intende rimarcare, con la presente, la totale disapplicazione sia dei carichi di lavoro sia la mancata valutazione del stress di natura correlata i quali oggetto di contrattazione, mai stati valutatati con la dovuta attenzione.

 

Pertanto, la scrivente O.S. chiede la rettifica dell’OdG in oggetto e la rivalutazione di tutto il sistema amministrativo mediante l’istituzione di un tavolo tecnico che tenga presente di quanto esposto in precedenza e intima la Dirigenza al non proseguimento di un’azione lesiva nei confronti dei lavoratori.

 

Se tali nostre richieste non venissero accolte si procederà all’apertura di uno stato d’agitazione di categoria (con volontà di promuovere lo sciopero provinciale della categoria vigili del fuoco), e con successiva richiesta del tavolo di conciliazione ai sensi della Legge 146/90 e/o legge 83/2000 e successive modifiche. Il ricorso alla mobilitazione del personale Vigili del Fuoco sarebbe determinato dalla evidente stato di elisione degli obblighi contrattuali e la cattiva distribuzione dei carichi di lavoro, oltre a ciò i mancati obblighi derivati dalle inesistenti relazioni sindacali.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni