La USB Pubblico Impiego aderisce allo sciopero generale del 29 novembre 2019 proclamato dalla confederazione USB

Roma -

La USB Pubblico Impiego aderisce allo sciopero generale del 2 9novembre 2019 proclamato dalla confederazione USB prot.N/191111/070.

Lo sciopero è rivolto a tutti i lavoratori e lavoratrici del pubblico impiego e della scuola, compresi i lavoratori e le lavoratrici precarie/e di qualsiasi tipologia contrattuale (interinali, lsu, ltd, etc.).In particolare lo sciopero generale è indetto:

–per la chiusura degli impianti a carbone e di tutte le fonti inquinanti, la conversione ecologica delle aziende ad alto consumo energetico, con la salvaguardia di tutti i posti di lavoro;

–per la bonifica di tutte le aree utilizzate negli anni come discariche di materiale tossico ed altamente inquinante;

–per lo sviluppo di un’ agricoltura il più possibile a km 0, che valorizzi le coltivazioni locali ed un rapporto più stretto tra coltivatori e consumatori, combattendo l'influenza delle grandi multinazionali dell'agrobusiness e le coltivazioni intensive funzionali esclusivamente al profitto, che elimini la schiavitù diffusa tra i braccianti italiani ed immigrati, assicuri condizioni dignitose di lavoro e di salario e favorisca la soluzione della condizione alloggiativa per ilavoratori delle campagne;

–per una Legge di stabilità che finanzi la crescita e lo sviluppodellapubblica amministrazione come strumento eco-compatibile di programmazione e di garanzia, valorizzando la funzione della pubblica amministrazione e dei lavoratoriaddetti;

–per un sistema di mobilità che scoraggi il trasporto su gomma e incentivi i sistemi su rotaia, favorendo la comunicazione con le aree interne del paese;

–per lo sviluppo del sistema di raccolta differenziata ed il superamentodi tutti i sistemi inquinanti di smaltimento dei rifiuti, contro il consumo di suolo nel nostro paese;

–per il diritto delle popolazioni ad essere sempre consultate su installazioni ed interventi che riguardano il proprio ecosistema;

–per l'abolizione delTesto Unico sulla Forestazione del 2018, in particolare lìdove prevede una privatizzazione del patrimonio boschivo ed un indiretto incentivo al disboscamento.

Durante lo sciopero generale saranno garantiti i servizi minimi essenziali come da Legge 146/90 e successive modifiche e integrazioni.Per la sanità lo sciopero è articolato da inizio primo turno del 29/11/2019 a fine dell’ultimo turno della stessa giornata. Eventuali articolazioni di categoria e/o territoriali saranno comunicate a cura delle stesse.

Si precisa che,come da indicazione della Commissione di Garanzia Scioperocon nota aventeprotocollo n. 0017599 del 13/11/2019, saranno esclusi dallo sciopero:-i lavoratori della Direzione Politiche Sociali del Comune di Genova; -il personale tecnico del Comune di Torino; -il personale del Comparto dell’Amministrazione della Regione Sicilia e degli enti di cui all’articolo 1 della L.R. 10/2000; -il personale operante nel Presidio Ospedaliero di Locri RC; -i Vigili del Fuoco.

Si rammenta alle istituzioni in indirizzo di garantire il rispetto dell'informazione all'utenza sullo sciopero come previsto dall’art. 2 comma 6 della legge 146/90 e successive modificazioni.

Roma, 14 novembre 2019

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni