LA VERGOGNA DEL 2 GIUGNO"

Roma -

VV.F. SI O NO?-NI!

Alla fine la strumentalizzazione dei VV.F. è avvenuta solo in parte

 

Lo spezzone dei Vigili del Fuoco che ha sfilato era composto in larga parte da precari, pagati a cottimo, che non avranno MAI un contratto stabile di lavoro, che hanno indossato per l'occasione uniformi che poi non riceveranno MAI in dotazione ordinaria, avranno dei Dispositivi di protezione individuale che non riceveranno MAI nello svolgimento del lavoro di tutti i giorni.


Insomma, una pagliacciata per ingannare la popolazione e i precari sullo stato reale delle cose, la solita mistificazione all'italiana voluta da tutti quei sindacati che hanno sostenuto la "militarizzazione" dei VV.F. promettendo mari e "Monti", soldi, passaggi di qualifica, assunzioni, mezzi, ecc ecc,

ottenendo, dopo circa 7 anni, solo un sonoro fallimento.


Ci hanno fatto partecipare alla sfilata senza considerare che:

- I Vigili del Fuoco sono un Corpo ad ordinamento civile e non militare, quindi non marciano e non salutano militarmente;

- I Vigili del Fuoco sono dove c'è la sofferenza così come dice il loro motto:

Ubi dolor ibi vigiles

per questo abbiamo ritenuto essere vicini alla popolazione e inviati nei luoghi del sisma e non sottratti al nostro compito istituzionale;

Noi, non ci chiamiamo Alice e questo non è il Paese delle meraviglie

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni