LASCIA O RADDOPPIA?

Roma -

Come nel noto quiz televisivo bisogna indovinare se la progressione orizzontale verrà attribuita a tutti e in quale periodo. Chi indovina raddoppia!

La questione della progressione orizzontale continua ad essere avvolta in un alone di mistero. Nonostante tre verbali di riunione ancora non c’è nessuna certezza circa la decorrenza giuridica ed economica della progressione e della platea dei destinatari.

Quello che invece si arguisce dal testo del verbale del 20 Luglio (ricordiamo che un verbale non è un accordo, ma un semplice resoconto di quanto detto nel corso di una riunione) è che i 2000 vigili urbani che hanno già portato a casa una progressione orizzontale con decorrenza 1° Giugno 2004, ne effettueranno una seconda con decorrenza 1° Giugno 2005.

A che cosa si deve questo trattamento di favore?

Se ci deve essere una progressione economica ulteriore che ci sia per tutti!

E’ evidente che proprio i tre confederali hanno alimentato questa divisione tra i lavoratori che li spinge (sfacciati!) a fare addirittura due volantini differenti: uno per la massa e uno per quei 2000 vigili urbani che raggiungeranno la seconda progressione (da C4 a C5).

Stessa questione per quello che riguarda la rivalutazione del 20% delle sole indennità legate all’orario. A parte il fatto che la RSU si è espressa per un mandato che consentisse la rivalutazione del 25% e non del 20 (uno sconto non concordato), per tutte le indennità e non soltanto per l’articolazione oraria.

Questi zelanti ragionieri non si rendono conto che il misero piatto di lenticchie (una progressione dopo 4 anni) che ci spacciano per caviale porterà un aumento mensile medio modestissimo. Oltretutto per realizzare questo capolavoro si attingerà al fondo del 2005 finanziando un progetto di produttività che applichi i contenuti del verbale. Questo significa aggiungere vergogna su vergogna!

Ci risulta odioso vedere utilizzato così malamente il fondo per il salario accessorio quando un consistente numero di dirigenti e di posizioni organizzative percepisce una retribuzione aggiuntiva, proprio in virtù della responsabilità che gli compete (anche quella di dar applicazione agli accordi).

Quand’anche fosse necessario si potrebbe, più opportunamente, utilizzare lo strumento del lavoro straordinario.

Noi sappiamo che dei circa 5000 Euro a dipendente ce ne tocca una fetta ridottissima. E’ giunto il momento di dire basta a queste trattative fantasma, basta alla vergognosa rendita delle posizioni organizzative, basta alla discrezionalità dei dirigenti, basta a questi stipendi da fame.

ORGANIZZATI CON RdB CONTRO DISCRIMINAZIONI E FAVORITISMI

Roma, 20 Luglio 2005

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni