L'ASSEMBLEA NAZIONALE RILANCIA LA LOTTA

Roma -

 

 

 

 

 

Lavoratori,

l’Assemblea Nazionale dei delegati RdB svoltasi a Firenze, ha evidenziato, attraverso una nutrita serie di interventi eminenti, la necessità di una risposta energica, che si contrapponga al restringimento degli spazi democratici che sta caratterizzando questo infausto periodo.

Accogliendo tale mandato è fondamentale calibrare nuovamente sia l’elemento organizzativo sia quello politico-sindacale di questo Sindacato.

Nella convinzione di attuare esecutivamente quanto detto, si è provveduto innanzi tutto a rinnovare il Coordinamento nazionale (riunitosi ieri). Ciò è stato reso necessario anche dalle crescenti attività, necessità e impulsi che si stanno registrando dai territori, dovuti probabilmente, ma non solo, al nefasto scossone istituzionale.

 

Una risposta sindacale vigorosa può essere articolata toccando temi generali e peculiari di settore, l’importante è tracciare un percorso visibile poiché ognuno di questi contiene e rappresenta l’attacco “sottrattivo” ai diritti dei lavoratori.

 

Salario, Diritti, Dignità sono rivendicazioni che vanno riempite con iniziative come quella che si attuerà sul ripristino della Scala Mobile con una raccolta di firme tra cittadini e lavoratori.

Con lo stesso sistema andremo a cogliere il dissenso che la maggioranza dei lavoratori, seppur a volte dall’unico punto di vista del proprio ruolo, ha manifestato contro la legge 252/04 e più specificatamente contro il nuovo ordinamento professionale.

 

L’iniziativa che aprirà questa nuova fase sarà volta a rendere visibile il conflitto in atto con delle manifestazioni su tutto il territorio nazionale articolate a livello locale, parliamo della

GIORNATA DEI DIRITTI E DELLA DEMOCRAZIA NEI POSTI DI LAVORO

che avrà luogo, con modalità comunicate in seguito, il giorno 31 marzo 2006

 

 

 

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni