Lavoratori esposti all'amianto e dipartimento con dirigenti incompetenti

Roma -

Come sosteniamo da tempo questa amministrazione non ci appartiene - Una amministrazione che si pone sempre e solo come controparte dei lavoratori

 

Sulla questione amianto (benefici previsti dalla legge), alcuni dirigenti ignoranti”, ispirandosi a Ponzio Pilato, non hanno voluto prendersi le responsabilità che gli competono e pertanto hanno inviato un quesito al "superiore ministero" per chiedergli come comportarsi.

Il dipartimento, “furbescamente”, ha invitato i suoi inferiori a “prendere tempo” per cercare in tutti i modi di intralciare i lavoratori che richiedevano la documentazione relativa agli interventi in cui sono stati esposti all’amianto.

Questa è la dimostrazione palese di quanto la nostra amministrazione sia popolata da inetti e incapaci!

La RdB-Cub ricorda a tutti i lavoratori che intendono avere riconosciuto i benefici previsti dalla legge 326/03, che il termine per presentare la domanda è il 15 giugno.

Si ricorda che nella domanda non va segnalata la quantità di amianto ispirato, ma il tempo dell’intevento in cui si è stati esposti al materiale nocivo.

 

IMPORTANTE

In allegato a questa comunicazione nel sito RdB-Cub www.rdb115.org sono scaricabili:

1- domanda di riconoscimento dell’esposizione all’amianto (allegato 1 indirizzato all’INAIL);

2- modulo per autocertificazione;

3- modulo per ATTO di DIFFIDA e MESSA in MORA.

 

Di seguito le istruzioni per la compilazione dei documenti

A) autocertificazione il sottoscritto..............DICHIARO ....

vigile ausiliario dal ... al ..... reparto operativo

vigile permanente dal ... al ..... reparto operativo

capo squadra dal... al ....... reparto operativo

capo reparto dal............ al......... reparto operativo

altre attività esterne dal .... al ....

data e firma -

*************************************************************************************

B) ATTO di DIFFIDA e MESSA in MORA

il sottoscritto.............

in data ... indicare la data di presentazione al comando

questa diffida va presentata in duplice copia al comando di appartenenza una copia protocollata o vistata per ricevuta va inoltrata all'INAIL

*************************************************************************************

C) prendere l'allegato 1 indirizzato all'INAIL compilarlo in tutte le sue parti:

1) azienda (vigili del Fuoco) - sede ( comando Provinciale ) inizio... fine ...

2) allega curriculum.......lo scrivente si riserva di presentare il proprio curriculum successivamente

3) allega .....atto di diffida e messa in mora del dirigente provinciale di ....

data e firma -

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

L'autocertificazione - PIU' - l'atto di diffida - PIU' - l'allegato 1 ( 2 fogli ) vanno presentati all'INAIL di competenza ENTRO IL 15 GIUGNO

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni