Livorno dimenticata?!

Livorno -

Sembrerebbe proprio così

 

Nell’ultimo anno al Comando di Livorno sono state intraprese azioni di lotta valse a sensibilizzare l’opinione pubblica ma soprattutto la Pubblica Amministrazione. Purtroppo è notizia di pochi giorni fa (1 giugno 2004) che quanto fatto non ha sortito il benché minimo effetto.

Quando sono usciti i posti disponibili per la mobilità dei vigili permanenti, la situazione per la Toscana è risultata essere la seguente:

Firenze -8,

Grosseto -3,

Lucca -8,

Massa C. -16,

Pisa -5,

Pistoia -7,

Prato -19 (che freddo!!),

Siena -10…e Livorno?

Livorno 0 (palla), anzi, secondo il sottosegretario Balocchi all’ultima conferenza sull’Italia in 20 minuti, Livorno avrebbe un esubero di 30 unità. Poi se in Centrale si fanno gli interventi con una squadra di 4 unità permanenti e un discontinuo, e l’altra di quattro persone, poco importa; se ai distaccamenti un collega si prende il lusso di ammalarsi e la Centrale non ha nessuno da mandarti, poco importa; se i vigili ausiliari stanno lentamente scomparendo senza essere rimpiazzati, poco importa. Quello che non capisco è per quale magia (elettorale?) non si può fare a meno di notare i posti disponibili nella splendida Sardegna: Cagliari -43, Nuoro -47, Oristano -11 (i più sfortunati), Sassari -48.

Non posso fare a meno di pensare che il nostro Ministro dell’Interno Pisanu, essendo nativo del paese di Ittiri, provincia di Sassari, non può essere altro che contento di questo. A questo punto vorrei cortesemente essere messo al corrente (come me anche tanti altri colleghi che se lo sono chiesto), del motivo non di tale abbondanza (che sicuramente non fa mai male), ma di tanta discriminazione fatta in altri Comandi.

Livorno ha sempre cercato di sollevare l’opinione pubblica per ciò che concerne le carenze croniche che purtroppo non si risolvono solo a livello locale; a partire dalla raccolta firme di giugno 2003 (comunicato del 5/6/2003) che ci ha portati a consegnare all’allora Prefetto di Livorno Dott. Gallitto oltre 8000 firme, fino ad arrivare alla clamorosa protesta organizzata il giorno 24 gennaio (comunicato del 26/1/2004) per l’inaugurazione del teatro Goldoni dove è stato consegnato al Presidente Ciampi un comunicato RdB-Cub denunciando chiaramente la situazione di disagio in cui versa il Corpo e la nostra netta opposizione al DDL Pisanu.

Tutto questo non ha pagato perché vedere sulla tabella dei posti disponibili, Livorno 0, non fa piacere, anzi.

Non voglio pensare che le origini natie di un Ministro, abbiano un peso considerevole nell’assegnazione dei posti disponibili; se effettivamente così fosse, mi verrebbe da candidare alla poltrona di Ministro dell’Interno, un bel toscanaccio verace…che ne so, magari un certo Roberto Benigni.

Certo, come valenza politica potrei avere forti dubbi, ma sicuramente i Comandi della Toscana ne trarrebbero sicuramente dei benefici….

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni