Lo sperpero continua: ANCORA POSIZIONI ORGANIZZATIVE!

Firenze -

Nel paese di sprecopoli non passa giorno che non dobbiamo interessarci a quanto di "bello" questa nostra Amministrazione riesce a produrre in materia di atti, incarichi, consulenze.
Il 31 Marzo 2006 con atto n. 13 del Segretario Direttore Generale, sono state attribuite ulteriori 12 Posizioni Organizzative che le portano ormai ad oltre 180, un vero e proprio esercito.
Questa volta su tutte le Direzioni vince di gran lunga la Direzione Cultura, si quella Direzione che può vantare anche ben DUE DIRETTORI, ai quali si affiancano ora ulteriori 7 Posizioni Organizzative.
Quella stessa Direzione che ai primi di marzo ha deciso di tagliare i servizi museali "piangendo" per mancanza di risorse.
Mentre le altre P.O. sono state assegnate alle Nuove Infrastrutture, allo Sport, alla Mobilità e ai Servizi Tecnici.
Ma come è possibile che questa Giunta che piange miseria continuamente, riesca per le cose che le interessano a trovare sempre risorse aggiuntive necessarie?
Quale ulteriore disegno sta dietro a questo nuovo atto unilaterale dell’Amministrazione?
Noi domandiamo al Direttore Generale e all’ Assessore al Personale: è questo il vostro modo "moderno" di interpretare le relazioni sindacali? E quale differenza c’è fra questo modo di fare e quello praticato dal signore "venditore di tappeti"?
Aspettiamo risposte rapide, concrete e conseguenti, anche perché se ci sono come sembra risorse ulteriori ed aggiuntive da spendere, queste devono essere ripartite sulla generalità dei lavoratori che durano fatica ad arrivare a fine mese, e non su una piccola "elite" di privilegiati!
Un ultima considerazione la vogliamo fare, siamo contenti per questa volta di essere arrivati "secondi"e di essere in compagnia nella denuncia dello spreco e della mala amministrazione, sperando però che chi è arrivato primo non lo abbia fatto per "secondi fini".

RdB – CUB - IL SINDACATO INDIPENDENTE E DI BASE

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni