MAI PIU' PRECARIATO nella sanità del Lazio

Roma -

Presidi di protesta, ieri, all’Ospedale Pertini di Roma ed alla ASL di Rieti, dove, con la RdB, una delegazione di precari ed LSU ha incontrato i vertici aziendali che si sono detti immediatamente disponibili a recepire un piano di stabilizzazione del precariato che superi la normativa vigente e che concretizzi l’impegno degli attuali amministratori regionali.
All’Ospedale Pertini, recentemente sulle cronache di Roma per una truffa colossale che ha visto coinvolti alcuni funzionari della passata amministrazione, i lavoratori delle cooperative si sono uniti alla protesta evidenziando la incompatibilità – sancita ormai da svariate sentenze della Cassazione – delle cooperative private con il sistema assistenziale pubblico.

DEPRECARIZZIAMO LA SANITA’

È la campagna di protesta che la RdB/CUB del Lazio sta portando in tutte le ASL/AO della Regione dal 20 Gennaio. Oggi saranno interessati gli Ospedali dei Castelli Romani (Frascati – Velletri) ed il Presidio di Anzio e domani proseguiremo con un presidio all’interno dell’Ospedale S. Giovanni di Roma, e nei Polioclinici Universitari S. Andrea e Tor Vergata, dove esistono servizi interamente gestiti da precari.
La settimana si concluderà con una grande manifestazione alla Regione , il 27 Gennaio, con un corteo dalla fermata S. Paolo della metro B.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni