Oggi SCIOPERO RIUSCITO AL 100% CHIUSI I PORTONI DI I.C.I. E TARSU

Milano -

Settore Finanze e Oneri Tributari

Presidio dei lavoratori con slogan, cartelloni, striscioni, musica e … S.PRECARIO

Sciopero riuscitissimo quello di oggi al Settore Finanze e Oneri Tributari del Comune di Milano indetto da R.d.B./CUB.
I lavoratori, che hanno tutti aderito all’iniziativa, hanno manifestato davanti alla sede del Settore angolo Via Dante e con striscioni, cartelloni, slogan, musica e con … tanta incazzatura hanno ribadito la necessità che si arrivi ad ottenere incontri con l’Amministrazione atti a definire la revisione di tutto l’assetto organico che preveda l’assunzione del personale precario che copre il 60% del servizio.
Alla stampa presente hanno gridato la loro necessità di sapere:

· che fine farà il servizio,
· quale intenzione abbia l’amministrazione comunale sul futuro del Settore,
· perché tengano tanto personale sottopagato e precario a svolgere ruoli e competenze estremamente complessi e di livello superiore.
· perché dirigenti con contratti miliardari debbano presentare progetti di riorganizzazioni del settore che non corrispondono all’esigenza ne dei cittadini ne dei lavoratori creando disservizio con code lunghissime e inutili agli sportelli.
· Assunzione di tutti i precari storici del settore e copertura della pianta organica affinché si possa espletare il lavoro di anni arretrato (cartelle con indirizzi, cambi di residenza, stati di famiglia modificati e non aggiornati)
· Una nuova organizzazione del lavoro che tenga conto delle esigenze dei lavoratori e dei cittadini/utenti.

Sono oltre 600.000 le cartelle con gli importi di pagamento spedite tutte contemporaneamente nelle scorse settimane agli utenti, possono solo ottenere come risultato che migliaia di cittadini ogni giorno si accalchino davanti agli sportelli con code chilometriche, giornate di lavoro perse per i singoli cittadini/utenti oltre ad enormi fatiche!
Sono i circa 1600 i cittadini che si presentano quotidianamente agli sportelli TARSU e ICI per essere ricevuti ogni giorno ai 9 sportelli aperti il martedì e il giovedì dalle 8.30 alle 15.30 e i rimanenti giorni dalle 8.30 alle 13.00.
La mancanza di organizzazione con ricaduta sui cittadini si fa più pesante anche perché:

Ricordiamo come TARSU sono retti da personale di categoria contrattuale bassa ma altamente qualificati.
Nella scorsa settimana abbiamo volantinato alle"code" di utenti un questionario, il cittadino/utente doveva rispondere e giudicare il servizio che l’Amministrazione eroga a ICI e TARSU,ecco alcune domande:

· "ritiene equo il pagamento della tassa rifiuti rispetto al servizio offerto e al reale consumo?"
· "Ritiene l’ organizzazione della emissione e la riscossione delle cartella tasse funzionale e rispettosa del suo essere lavoratore, pensionato, cittadino?"
· Sei soddisfatto del servizio offerto dagli uffici del comune per la gestione dei tributi: ICI, Tassa rifiuti e COSAP?
· Ritieni che il personale sia in numero sufficiente a soddisfare le esigenze di una città come Milano?
· Pensi che il comune fornisca a sufficienza, le informazioni relative agli obblighi inerenti i tributi comunali?
· Pensi che gli uffici recepiscano tempestivamente le tue istanze (cessazioni, nuove occupazioni, variazioni, richieste di riduzioni o esoneri) oppure ritieni che le pratiche siano evase con ritardi e spesso con cartelle esattoriali errate?

La scheda terminava con una votazione da 1 a 10 per il servizio e la sua organizzazione.
La risposta dei cittadini/utenti è stata unanime, NO, NO, NO, NO, NO, NO. Queste le risposte date all’Amministrazione comunale e ai dirigenti del Settore. Lo 0 di valutazione finale dato dalla stragrande maggioranza dei cittadini la dice lunga su quale sia il giudizio che l’utente da a questa Amministrazione comunale!!!
Questo è il primo momento di lotta di questo Settore, lo stato di agitazione continua, i lavoratori replicheranno l’astensione dal lavoro nella giornata del 1° luglio in concomitanza con lo sciopero regionale indetto dalla RdB/CUB contro la firma del contratto nazionale del P.Impiego.

NO ALLA PRIVATIZZAZIONE DEL SERVIZIO
ASSUNZIONE DEI PRECARI
AUMENTO DELL’ORGANICO
NUOVA ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO CHE TENGA CONTO DI LAVORATORI E UTENTI

Milano, 20 giugno 2005

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni