Olimpiadi invernali Torino 2006

Roma -

Si conferma l’incompetenza organizzativa del Ministero dell’Interno nell’impiego dei vigili del fuoco

 

 

 

A poche ore dall’inizio dei giochi ed a conferma di quanto espresso dalla RdB-Cub in precedenti comunicati, si assiste al massimo della disorganizzazione del Ministero dell’Interno che per l’immaginario collettivo ha speso tanto affinchè i lavoratori vigili del fuoco fossero presenti in qualità di “operatori della sicurezza”.

Questa organizzazione sindacale ha scritto una nota al ministro Pisanu che denuncia le gravi carenze logistiche e di trattamento cui è sottoposto il personale impegnato nei vari distaccamenti provvisori istituiti per l’evento olimpico.

 

I vigili provenienti da tutta Italia e distolti dal servizio di soccorso per essere impiegati in sede “olimpica” hanno avuto delle “belle” sorprese.

Intanto si segnala che l’autocisterna per il rifornimento gasolio che doveva partire da Torino il giorno 8 febbraio per fornire di combustibile i mezzi impiegati e per il riscaldamento dei distaccamenti provvisori, sparsi nella zona del Sestriere, a tutt’oggi 9 febbraio alle ore 19,00 non è ancora arrivata.

Il personale presentatosi questa mattina per prendere servizio al distaccamento provvisorio di GRANGESIS al momento che scriviamo, dopo avere pranzato alla meno peggio ed a spese di tasca propria (22 euro) visto che nessuno ha ricevuto regolare anticipo, è ancora in mezzo ad una strada in attesa di prendere un alloggio, meno male che oggi al Sestrire è stata una giornata soleggiata…se nevicava….

Ai più fortunati è accaduto che sono state consegnate le chiavi delle stanze dove alloggiare, ma una volta aperta la porta, si sono trovati davanti a degli sconosciuti sicuramente non appartenenti al Corpo nazionale che seminudi si sono anche risentiti nei confronti dei vigili del fuoco.

 

Questo è solo un esempio di come viene trattato e considerato il personale da parte del Ministero dell’Interno specialmente da dopo che ai lavoratori è stato cambiato il rapporto di lavoro.

Al ministro che fra fiction ed esercitazioni antiterrorristiche si è tanto sbracciato nel dare una immagine di efficienza del Corpo nazionale, la RdB-Cub ha richiesto un immediato intervento per garantire condizioni dignitose ai lavoratori.

In allegato in formato PDF la lettera inviata al Ministro Pisanu

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni