Omnibus

Roma -

Assunzione discontinui - indennità di trasferta - A.A.C. - ATA - capo reparti/ispettori - ingegneri…

 

Lavoratori,

non sapremmo proprio da dove cominciare questo comunicato, tante sono le deformazioni del contratto pubblicistico che si fa fatica a starci dietro; a tutto a ciò aggiungiamo le iniziative del governo che "tanto a cuore" tiene il corpo nazionale, ed i giochi sono fatti.

Abbiamo pensato infatti di intitolarlo “omnibus” visto che, come ultimo regalo della legislatura il governo, nei suoi mille emendamenti alla finanziaria, ha ripristinato le indennità di trasferta e le indennità supplementari al personale delle forze armate e polizia escludendo i Vigili del Fuoco, quindi per noi il pagamento delle indennità sono completamente annullate.

Ora, a parte che potremmo chiudere il comunicato con il solito "lo avevamo detto", quello che vorremmo mettere all'attenzione del personale, ed in particolar modo quei lavoratori che ancora pendono dalle labbra di qualche sindacalista sostenitore del comparto sicurezza che in questi decreti si è ritagliato uno spazio personale, a discapito di tutta una categoria che è stata dequalificata, diciamo: ma non dovevamo essere immuni da tagli alle risorse in tutte le materie che ci riguardano?

Ma non dovevamo essere quelli che, “finalmente fuori dal carro” degli aumenti per tutte le categorie della pubblica amministrazione, avremmo dovuto percepire un trattamento economico che doveva essere parificato ad “altri” dipendenti dello stato e anzi, vista la nostra professionalità, avremmo dovuto godere di risorse aggiuntive?

Ma ancora volete continuare ad alimentare le casse di questi personaggi, oppure volete intraprendere una battaglia seria, fuori da questo ministero, che ci porti in un sistema dove le questioni prima si discutono e poi, chi ha più valenza politica le determina?

Noi continuiamo la nostra battaglia con la speranza di aggregare ogni giorno altri lavoratori che cogliendo le contraddizioni dei decreti sia pronta a sostenerci nella battaglia per uscire fuori da questo tunnel dove ci hanno portato; dove ogni giorno è una navigazione a vista e la rotta viene decisa secondo l'esigenza del sindacalista di turno!!

Per i DISCONTINUI il governo si è speso ancora di più, infatti invece di intraprendere iniziative di assunzione di tutti quei precari che da anni compongono le squadre d'intervento, si è autorizzato, in deroga a tutte le leggi, a bandire un concorso per VENTIDUE posti di vigile del fuoco, RISERVATO al personale della società privata che attualmente assicura il servizio antincendio allo scalo aereo di Cuneo, ESCLUDENDO anche i limiti di età. Che vogliamo aggiungere il nome ed il cognome degli assunti ?

Senza contare che sempre nello stesso decreto vengono assunti altri 48 unità della carriera prefettizia, 30 dirigenti e 250 unità dell'area C. Si sentiva veramente la necessità di avere altri generali e pochi soldati.

Oppure vogliamo parlare dei capi reparto/Assistenti che grazie ai decreti attuativi fanno un passo indietro paragonando le tabelle economiche, oppure vogliamo fare una comparazione con il precedente ordinamento, dove era previsto il passaggio nell'area C ? Con uno stipendio di molto superiore al contentino di oggi. E cè pure chi insiste a farli mobilitare dopo la nomina, perpetrando il vecchio Orrore che a suo tempo fu commesso con il personale ATA.

Infine altri ricorsi del settore SATI, dove chi dopo essere stato riqualificato con il precedente ordinamento oggi, grazie ai decreti si trova declassato nel ruolo inferiore e soggetto a nuovo concorso per rientrare a svolgere le mansioni che gli erano proprie.

 

Di questo e di altro discuteremo nell’assemblea che si tiene il 1 marzo a Firenze presso la sala del Dopolavoro Ferroviario via Alamanni n.4/A

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni