ONA: Le Grandi Manovre

Roma -

L'amministrazione stabilisce nuove regole per gestire liberamente le risorse dei pompieri. I lavoratori dovrebbero fare più attenzione al modo

Lavoratori,

si è tenuta oggi la riunione del Consiglio di Amministrazione dell’Opera Nazionale di Assistenza per il personale Vigile del Fuoco.

Argomento principale odierno è stato l'approvazione delle modifiche da apportare allo statuto dell'ONA. Infatti, dopo mesi di discussione nel merito dei singoli articoli e delle finalità dell'ente, con il voto favorevole di tutto il consiglio di amministrazione, ad esclusione della RdB, si è approvato il nuovo statuto. C’è da registrare, nelle parti più salienti la nuova figura del Segretario Generale, che potrà essere individuato tra il personale in servizio o in quiescenza, ed avrà il compito di assicurare,dietro compenso, la gestione di tutto l’ente.

Le ragioni del voto contrario della RdB-Cub, si possono riassumere nelle considerazioni espresse in seno al consiglio di amministrazione e presentate per iscritto:

la RdB-Cub ritiene che la figura del Segretario andrebbe individuata tra il personale in servizio, per esprimere le necessità contingenti del corpo nazionale; inoltre, i compiti assegnatigli prefigurano un accentramento della gestione dell'ONA e l' accentuazione perniciosa dello stretto legame tra la nuova figura ed il Presidente, visto che sono state eliminate le vecchie commissioni che avevano il compito di valutare preliminarmente le richieste che pervenivano dalla periferia.

Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2004; la discussione è proseguita con l'approvazione del bilancio, con il solo voto contrario della RdB. Ancora una volta è stata riproposta la solita polizza assicurativa che a fronte dei 3.300.000 di euro spesi, ne eroga solo 750.000 per il personale. E’ evidente che l’ONA potrebbe occuparsi direttamente dell’assistenza al personale con un risparmio netto di 2.500.000,00 che andrebbero a vantaggio delle necessità del Corpo nel suo complesso.

Stagione estiva 2004; argomento dolente, mentre negli ultimi anni il personale disponeva di 7 strutture alberghiere, per l'anno in corso si avrà la mancata locazione di tutti gli alberghi esterni locati dall’ONA. Questi sono i risultati della “politica di contenimento delle spese “ sostenuta da “alteri” rappresentanti sindacali che hanno ritenuto immorale che le casse dell’ONA potessero vantare residui.

Per non avere quei residui, sono state impegnate le risorse in acquisto di immobili, che obbligano l’ente ad ingenti impegni di spesa. In conclusione per l'anno in corso le uniche strutture a cui si potrà fare riferimento sono quelle di proprietà dell'ONA: Merano,Tirrenia, Montalcino e Cei a Lago.

La RdB-Cub ha sostenuto con forza la necessità di assicurare lo stanziamento di fondi almeno per la locazione di un centro marino di soggiorno per 300 famiglie, ma è stata messa in minoranza dal C.di A. che ha argomentato la bocciatura affermando che, visti i tagli tanto valeva tagliare tutto.

Sono stati erogati contributi al comando di Lucca ed al complesso di Bellavista, per la ristrutturazione dello stabilimento balneare e l’adeguamento dell’impianto elettrico, sempre con il voto contrario della RdB-Cub, poiché la spesa non era conforme alla delibera che stabiliva il quantum da assegnare alle strutture dell'ONA a livello periferico.

In ultimo il Presidente dell'ONA e capo del dipartimento prefetto Morcone ha fatto richiesta all'ONA di utilizzare nei prossimi mesi la struttura di Tirrenia, per sostenere dei corsi di terzo livello NBCR per circa 300 unità, richiesta come al solito approvata a maggioranza da tutto il consiglio di amministrazione, tranne che da RdB-Cub, che a parte la materia poco conforme alle attività del corpo nazionale dei vigili del Fuoco, ha sostenuto che i centri devono servire per l'assistenza del personale e non per altri scopi.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni