Pistoia, Entrate. Ognuno fa solo quello che la sua qualifica prevede.

Pistoia -

In data 10/01/2006 si è tenuta l’assemblea dei lavoratori dell’Ufficio.

Si procede innanzitutto alla nomina del Presidente nella persona di Vito Tommaso e del Segretario nella persona di D’Angelo Maria; verificata la validità dell’Assemblea, poiché sono presenti 75 lavoratori su 103, vengono illustrati i motivi della convocazione.

Dopo un  ampio dibattito, visti i comunicati emanati dalle OO.SS. nazionali e regionali sul perdurare della situazione di stallo della vertenza contrattuale relativa al 2° biennio economico 2003-2005 , preso atto della necessità di inasprire le forme di lotta al fine di dare un chiaro segno alla controparte, si delibera quanto segue:

 

§       Rigido rispetto delle mansioni di appartenenza ed espletamento dei propri servizi (vedasi al riguardo il titolo VI del vigente CCNL 2002-2005, Norme Finali, comma 1), considerata anche l’assenza di ordini di servizio dettagliati sulle mansioni effettivamente espletate, ad oggi senza alcun riconoscimento giuridico ed economico per la quasi totalità del personale.

     A questo proposito, considerato che la maggior parte del personale è inquadrato nella 2° Area (ex        

     Area B) e che, di conseguenza,  il rispetto delle mansioni comporterà per la 3° Area (ex Area C) un     

     possibile aggravio dei carichi di lavoro, verrà richiesta, ai sensi delle vigenti normative contrattuali  

     l’apertura immediata di una trattativa sui      carichi di lavoro della 3° Area, al fine di evitare che le

     iniziative di lotta intraprese si riverberino negativamente nei loro confronti, con particolare

     riferimento alle attività che prevedono termini perentori di scadenza.

§       Blocco delle relazioni sindacali, ad eccezione di quelle riguardanti l’interesse del personale.

§       Blocco dei corsi di formazione, sia in qualità di docenti che discenti, ivi compreso “l’affiancamento”.

§       Astensione dall’utilizzo del mezzo proprio per attività esterne (es. Accessi, Verifiche, Rappresentanza in Commissione Tributaria Regionale, ecc.) e richiesta anticipo missione con particolare riguardo al rimborso spese.

§       Rigida applicazione dei tempi medi stabiliti dall’Amministrazione per i singoli processi lavorativi.

§       Rigida applicazione della normativa su igiene e sicurezza con particolare riferimento alla pausa di 15 minuti prevista ogni due ore di utilizzo del videoterminale.

§       Convocazione quotidiana di assemblee d’informazione in orario di pubblico.

 

L’Assemblea ha inoltre deliberato la prosecuzione dello stato di agitazione fino alla chiusura delle trattative sul CCNI Agenzia Entrate, con particolare riferimento alla definizione dell’ordinamento professionale.

Si rammenta che qualsiasi pressione, intimidazione, condizionamento a livello personale o collettivo nei confronti di lavoratori che aderiranno allo stato di agitazione, verrà considerato comportamento antisindacale, sanzionabile penalmente ai sensi delle vigenti normative di legge.

Il contenuto del presente verbale è stato votato all’ UNANIMITA’.

Si rammenta inoltre che lo stato di agitazione fa seguito a quanto preannunciato dalle OO.SS. nazionali e regionali con comunicati rispettivamente del 7 e del 12 dicembre 2005, e comunicato regionale del 10/01/2006.

L’assemblea si chiude alle ore 13,30 circa.

RSU    CGIL    CISL    UIL    SALFI    RDB

Si allega dichiarazione individuale da compilare e sottoscrivere.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni