PROGETTO ESTATE MILANO SCUOLA 2005

Milano -

CENTRI ESTIVI SCUOLE DELL’INFANZIA E ASILI D’INFANZIA

Mercoledì 13 aprile 2005 si è svolto l’incontro fra Organizzazioni Sindacali e Amministrazione sul "Luglio", presenti all’incontro: Tutte le OO.SS.,per l’Amministazione : Dr.Carli (resp.relazioni sindacali, Dr.ssa Carini, Dott.Campagnano (Direttore Servizi Ed.Infanzia), Dr.Ferrari, Provolo (Ris.Umane), Cavallazzi (Resp.P.O.).

L’Amministrazione ha:

presentato come proposta lo stesso protocollo d’intesa siglato lo scorso anno "Estate Milano scuola 2004".

evidenziato una novita’ rispetto allo scorso anno:

il personale volontario di ruolo e precario lavorera’ sul "progetto estate milano scuola 2005",

il personale delle cooperative, lavorera’ all’interno delle strutture comunali dando vita ai "centri educativi ludico/motori"

Le OO.SS. hanno posto l’attenzione sui seguenti punti:

Precariato, Formazione, Calendario Scolastico, Finanziamento del progetto, Apertura di un tavolo di trattativa su tutte le problematiche dei servizi all’infanzia, Collocazione dei B1, Figura dei funzionari e loro ruolo, Costi delle cooperative, Divisione del personale fra comunale e cooperative, Pagamento del progetto dopo 2 mesi, In quale periodo viene svolta la formazione, Qual’e’ progetto educativo per i "centri educativi ludico/motori".

L’Amministrazione ha risposto:

al progetto "estate milano scuola 2005" aderiranno educatrici/tori solo su base volontaria.

corsi di formazione non verranno fatti durante il periodo estivo (essendo ancora in corso il ricorso da parte delle oo.SS. per lo scorso anno)

I contratti del personale precario verranno rinnovati fino al 31 luglio, per il personale su sostituzione lunghe assenze verra’ rinnovato il contratto fino a luglio nel caso in cui l’educatrice assente prolunghera’ l’assenza per tutto il periodo estivo.

l’amministrazione ha proceduto ad assumere ad oggi dal concorso a tempo interminato 90 educatrici (52 di nido, 38 di scuola materna),per nuove assunzioni si attende il nuovo DCPM.

Il personale delle cooperative gestira’ autonomamente le colonie estive denominate "centri educativi ludico/motori"

per i funzionari che daranno la loro disponibilita’ a lavorare nel mese di luglio, decidera’ l’amministrazione quali e quanti funzionari impiegare sui progetti.

Il coordinamento educazione materne e nidi RdB/CUB fa la seguente valutazione della situazione:

l’amministrazione ha "dovuto" ritornare sui suoi passi sulla "formazione" fatta nel mese di luglio, affermando "DI FATTO" il calendario scolastico. QUESTO GRAZIE ALLE LOTTE E AL PRESIDIO CHE ABBIAMO FATTO LO SCORSO LUGLIO DAVANTI ALLA SEDE DOVE SI TENEVA IL CORSO.

L’AMMINISTRAZIONE APRE A TUTTO CAMPO AL PRIVATO DANO IN MANO ALLE COOPERATIVE LA GESTIONE DI UN SERVIZIO ESTIVO (centri educativi ludico/motori). Risulta chiara l’intenzione dell’Amministrazione di procedere ed "esternalizzare defintivamente il servizio per il mese di luglio" dandone la gestione completa alle cooperative, quest’anno "sperimentano" la fattibilita’ del percorso. DOBBIAMO QUINDI ASPETTARCI CHE IL PROSSIMO ANNO IL "LUGLIO" SIA GESTITO INTERAMENTE E TOTALMENTE DALLE COOPERATIVE.

RDB/CUB NON E’ D’ACCORDO CON QUESTE SCELTE, sia perché il rischio è quello che le cooperative allarghino il loro "potere" alla gestione delle nostre strutture, sia perché non esiste piu’ una qualita’ dei servizi educativi (cosa a cui noi teniamo tantissimo)

non si capisce e non ci è stato detto in trattativa e non si sa neppure se esista un "progetto educativo" di questi centri ludico/motori. crediamo sia solo una soluzione di "gestione dei bambini" da parte del personale delle cooperative, garantendo al comune di milano una risposta all’utenza.

l’amministrazione ancora una volta, incontra i sindacati sul "luglio" non affrontando quello che piu’ ci sta’ a cuore, discutere e risolvere tutti quei problemi, partendo dal rapporto numerico ed./bambino, che ci troviamo ad affrontare ogni giorno nel servizio dove lavoriamo.

inoltre ci e’ stata consegnata in questi giorni la "scheda di valutazione 2004", dove, quasi sempre, la valutazione del dirigente non corrisponde assolutamente al nostro reale impegno quotidiano, e mai alla nostra disponibilita’. valutazione data spesso da chi non sa neppure come lavoriamo.

TUTTO QUESTO DEVE FARCI RIFLETTERE E, MENTRE NOI, DELEGATI RDB/CUB, CON L’AMMINISTRAZIONE DIAMO BATTAGLIA RISPETTANDO LE DECISIONI ASSEMBLEARI, VOI "DOVETE" OGNI GIORNO, NELLE STRUTTURE FAR RISPETTARE IL VOSTRO PROFILO PROFESSIONALEM VALORIZZANDO L’IMPORTANZA E LA QUALITA’ DEL LAVORO CHE SVOLGETE, IMPONENDO AI DIRIGENTI LA NON ACCETTAZIONE DI TUTTI QUEI COMPITI CHE NON VI COMPETONO. CERTAMENTE TENTERANNO IN MILLE MODI DI DISSAUDERVI, ANCHE MINACCIANDOVI E RICATTANDOVI, MA DOVETE AVERE LA "CERTEZZA" CHE NULLA POSSONO REALMENTE FARVI, COSCIENTI CHE "VOI SIETE DALLA PARTE DELLA RAGIONE!

coordinamento rdb/cub educazione

Milano, 14 aprile 2005

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni