PROGETTO "ESTATE MILANO SCUOLA 2006"

Milano -

CENTRI ESTIVI SCUOLE DELL’INFANZIA E ASILI D’INFANZIA

"CENTRI EDUCATIVI LUDICO/MOTORI"

 

Martedì 21 febbraio 2006 si è svolto l’incontro fra Organizzazioni Sindacali e Amministrazione sul "Luglio".

L’Amministrazione ha presentato come proposta lo stesso protocollo d’intesa siglato lo scorso anno "Estate Milano scuola 2005" chiedendo alle oo.ss. di firmare l’accordo sindacale (il testo e’ quello sotto riportato). l’accordo e’ stato siglato da cgil – cisl – uil – csa.

"Le delegazioni trattanti di Parte Pubblica e di Parte Sindacale, concordano di confermare per l’anno 2006 l’applicazione delle clausole riportate dal Protocollo d’intesa sindacale Progetto Estate Milano Scuola 2005, sottoscritto in data 13.04.2005.

 

Concordano sulla destinazione della somma di € 1.051.000.= attinta dalle risorse per la corresponsione dei premi incentivanti per l’anno 2006. Tale quota comprende al suo interno il finanziamento per l’attività estiva CSE, debitamente scorporata rispetto alla quota utile per il progetto.

 

In caso di ulteriori necessità economiche relative al finanziamento del progetto le Parti convengono di inpegnarsi per un incontro per l’individuazione delle idonee fonti di finanziamento, anche tenendo conto del CCNL.

 

L’Amministrazione avvierà centri in cui il contingente del personale educativo che aderisce al progetto e quello a tempo determinato, risponda alla domanda di servizio del cittadino.

 

Ai Funzionati dei Servizi Educativi verranno erogati i compensi incentivanti previsti dal presente protocollo a fronte di una prestazione, i cui contenuti ineriscono al Progetto Milano Estate Scuola, conferita dalla Direzione del Settore a procedere dalla verifica delle volontarie disponibilità e non utilizzando, sulla base di criteri verificabili, eventuali disponibilità in esubero; la prestazione dovrà essere prevalente rispetto alle altre attività del profilo professionale, come del resto già previsto dal protocollo d’intesa sindacale di riferimento, anche per il personale amministrativo della Direzione Centrale Educazione.

 

Il personale ausiliario percepirà l’incentivo – pro quota – qualora il minimo di 16 giorni di partecipazione al progetto non sia rispettato per esigenze proprie della Direzione del Settore Risorse Umane."

Ricordiamo che il protocollo dello scorso anno prevedeva:

 

· al progetto "estate milano scuola 2005" aderiranno educatrici/tori solo su base volontaria.

· Il personale delle cooperative gestira’ autonomamente le colonie estive denominate "centri educativi ludico/motori"

· per i funzionari che daranno la loro disponibilita’ a lavorare nel mese di luglio, decidera’ l’amministrazione quali e quanti funzionari impiegare sui progetti.

l’amministrazione ha accettato solo ed esclusivamente gli interventi fatti dai sindacati confederali e CSA mentre ha negato quanto richiesto dai delegati R.S.U. adducendo il pretesto che la R.S.U. non e’ regolarmente rappresentata da una delegazione trattante stabilita da regolamento ufficiale votato dalle R.S.U.

 

ricordiamo che la R.S.U. non ha piu’ titolo di rappresentanza rispetto all’amministrazione in quanto i sindacati confederali e il CSA hanno fatto tutto quanto era nelle loro capacita’ per ammazzare la R.S.U. (unico sindacato votato dai lavoratori) facendo mancare il numero dei delegati all’ultima assemblea R.S.U., assemblea dove si sarebbe dovuto votare il regolamento delle R.S.U. che avrebbe stabilito fra l’altro il diritto di indire assemblee ai singoli delegati (dando cosi’ la possibilita’ di indire assemblee anche ai sindacati di base) e avrebbe stabilito ufficializzandola la delegazione trattante.

 

L’Amministrazione non ha presentato nessuna documentazione, ne intende presentarla, con un’analisi del come si e’ svolto il servizio lo scorso anno, con la gestione delle cooperative. ha dichiarato anche di non intendere modificare la data del pagamento per chi fa volontariamente il progetto, quindi la quota verra’ percepita con lo stipendio di dicembre 2006.

 

i fatti incresciosi successi nel corso dell’anno che hanno visto le cooperative attrici di abusi sui bambini in alcune strutture e mal funzionamento del servizio in altre non ha trovato spazio di discussione alcuno.

 

non e’ stato volutamente preso il considerazione alcun discorso su:

 

 

· Precariato, Formazione, Calendario Scolastico, Finanziamento del progetto, Apertura di un tavolo di trattativa su tutte le problematiche dei servizi all’infanzia, Collocazione dei B1, Figura dei funzionari e loro ruolo, Costi delle cooperative, Divisione del personale fra comunale e cooperative, Pagamento del progetto dopo 2 mesi, In quale periodo viene svolta la formazione, Quale il progetto educativo dei "centri educativi ludico/motori ? ".

R.d.B. ribadisce quanto affermato gia’ lo scorso anno rispetto al progetto "luglio" cosi formulato:

· L’AMMINISTRAZIONE APRE A TUTTO CAMPO AL PRIVATO DANNO IN MANO ALLE COOPERATIVE LA GESTIONE DI UN SERVIZIO ESTIVO (centri educativi ludico/motori). Risulta chiara l’intenzione dell’Amministrazione di procedere ed "esternalizzare defintivamente il servizio per il mese di luglio" dandone la gestione completa alle cooperative, quest’anno hanno mantenuto la duplicita’ dell’intevento comunale e privato in quanto siamo sotto elezioni politiche. DOBBIAMO QUINDI ASPETTARCI CHE IL PROSSIMO ANNO IL "LUGLIO" SIA GESTITO INTERAMENTE E TOTALMENTE DALLE COOPERATIVE, COSI’ COME "PRESCUOLA" E "DOPOSCUOLA".

 

RDB/CUB NON E’ D’ACCORDO CON QUESTE SCELTE, sia perché il rischio è quello che le cooperative allarghino il loro "potere" alla gestione delle nostre strutture, sia perché non esiste piu’ una qualita’ dei servizi educativi (cosa a cui noi teniamo tantissimo)

· non si capisce e non ci è stato detto in trattativa e non si sa neppure se esista un "progetto educativo" di questi centri ludico/motori. crediamo sia solo una soluzione di "gestione dei bambini" da parte del personale delle cooperative, garantendo al comune di milano una risposta all’utenza.

· l’amministrazione ancora una volta, incontra i sindacati sul "luglio" non affrontando quello che piu’ ci sta’ a cuore, discutere e risolvere tutti quei problemi, partendo dal rapporto numerico ed./bambino, che ci troviamo ad affrontare ogni giorno nel servizio dove lavoriamo.

DOBBIAMO RIFLETTERE E, MENTRE NOI, DELEGATI RDB/CUB, CON L’AMMINISTRAZIONE DIAMO BATTAGLIA, VOI "DOVETE" OGNI GIORNO, NELLE STRUTTURE FAR RISPETTARE IL VOSTRO PROFILO PROFESSIONALE VALORIZZANDO L’IMPORTANZA E LA QUALITA’ DEL LAVORO CHE SVOLGETE, IMPONENDO AI DIRIGENTI LA NON ACCETTAZIONE DI TUTTI QUEI COMPITI CHE NON VI COMPETONO. CERTAMENTE TENTERANNO IN MILLE MODI DI DISSAUDERVI, ANCHE MINACCIANDOVI E RICATTANDOVI, MA DOVETE AVERE LA "CERTEZZA" CHE NULLA POSSONO REALMENTE FARVI, COSCIENTI CHE "VOI SIETE DALLA PARTE DELLA RAGIONE!"

 

coordinamento rdb/cub educazione

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni