Progressione Economiche Entrate: il tuo peggior nemico

Roma -

Il 28 dicembre, alle Entrate, è stato sottoscritto, a stralcio del contratto Integrativo, un accordo sulle progressioni economiche. Un accordo che le RdB non potevano firmare. Perché?

  • Innanzitutto per l’esiguo numero dei posti messi a disposizione, poco più di 7.000, il 23% del personale, anziché coinvolgere TUTTO il personale…
  • poi perché questi posti, divisi per regione e per fascia economica ed intersecandosi pericolosamente con le vecchie procedure in corso, che riguardavano il 37% dei dipendenti, cariche di ricorsi e di possibili bocciature, diventano assolutamente incerti…
  • poi perché la decorrenza degli eventuali passaggi, violando la norma contrattuale che parla del 1 gennaio, viene portata al 31 dicembre. L’applicazione del Contratto Integrativo viene fatto partire dalla data della sua scadenza! E i 30 milioni stanziati per i passaggi sul 2005? Si spendono, solo per metà, nel 2006. L’Agenzia ci ruba così un anno (e mezzo), 30 milioni di euro che, a questo punto, finiranno con essere salvadanaio con cui l’Agenzia scaricherà sul nostro fondo il costo dei “vecchi” passaggi quando finiranno i soldi della legge 133… una bella fregatura!

Insomma, pochi posti… e neppure certi,
né nell’entità né nel finanziamento!

Ma i motivi che ci hanno spinto a non sottoscrivere l’accordo non sono solo “tecnici”, anche se, come vedete, basterebbero ampiamente a giustificare la nostra posizione.

Quello che vogliamo sottolineare, quello che più ci inquieta, è la filosofia che sta dietro l’accordo… il DIVIDI ET IMPERA, per cui il diritto alla carriera non è un diritto universale, ma diviene qualcosa che si può ottenere solo a discapito di altri… un meccanismo secondo cui il tuo peggior nemico è il tuo vicino di scrivania, che, con un ricorso, o se ha fatto un corso di formazione in più, TI STRONCA LA CARRIERA.

E’ una filosofia che ci mette uno contro l’altro e distruggere quella unità che stiamo dimostrando in questi giorni di assemblee negli uffici…

Cercano di toglierci la dignità… non possiamo permetterglielo!

Per questo non potevamo firmare quel pessimo accordo. Per questo, approfittando delle assemblee che sono in corso, ed anche perché crediamo veramente nella necessità di consultazione del personale, vi sollecitiamo a pronunciarvi a riguardo.

Siete favorevoli o contrari?

Va bene questo accordo o sarebbe meglio, visto che si potrebbe fare, una progressione economica per tutti? Leggete con attenzione l’accordo. Se siete d’accordo con noi, votate in Assemblea la mozione allegata ed inviatela al nostro indirizzo info@agenziefiscali.rdbcub.it o via fax al numero 06.233.200.763.Se non siete d’accordo, scrivetecelo comunque.


Annotazione del 5 gennaio 2005.

In data odierna abbiamo sottoscritto con le altre sigle sindacali un comunicato che vara, per il giorno 16 gennaio 2006, una nuova giornata di lotta unitaria. LEGGI QUI

Per questo motivo abbiamo deciso di soprassedere sulla mozione inviata qualche giorno fa sull’accordo progressioni economiche alle Entrate.

Il nostro giudizio sull’accordo non cambia, come non cambia il nostro convincimento sul fatto che il personale debba pronunciarsi sugli accordi che lo riguardano.

Vogliamo però evitare che, in questo momento una eccessiva polarizzazione tra noi e chi l’accordo invece lo ha firmato, possano creare contrasti nei posti di lavoro dannosi per la riuscita della vertenza sul contratto di lavoro. 


Scrivici : In posta elettronica oppure Attraverso la rete intranet

Per ricevere in posta elettronica documenti e comunicazioni : iscriviti alla Mailing List


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni