RICERCA: DECIMO GIORNO DI OCCUPAZIONE ISFOL. PRESIDIO USB AL MINISTERO, VERSO LO SCIOPERO GENERALE DEL 22 GIUGNO

Roma -

Ancora nessuna risposta da parte del Ministro Fornero ai lavoratori ed alle lavoratrici ISFOL che da dieci giorni, con il sostegno di USB, occupano l’Istituto per chiedere l'apertura di un tavolo istituzionale sul futuro dell'Ente Pubblico di Ricerca e la salvaguardia della propria missione istituzionale.


“Siamo al quarto giorno di presidio presso il ministero del Lavoro per sollecitare il Ministro ad avviare un confronto chiaro e trasparente con il personale”, dichiara Annalisa Turchini, dell’USB ISFOL. “continueremo la nostra mobilitazione fino a quando non avremo garanzie rispetto alla salvaguardia dell'ente, alla sua centralità ed al livello occupazionale, a partire dai lavoratori precari, che rappresentano quasi un terzo delle risorse umane dell’ente".


“Lunedì 18 giugno – annuncia la rappresentante USB – è prevista l’assemblea di occupazione per organizzare le prossime iniziative, a partire da un’assemblea pubblica di confronto con le forze politiche sul ruolo della Ricerca Pubblica, e dell'ISFOL in particolare, nel sistema Paese”.


“La nostra lotta – conclude Turchini – è inevitabilmente collegata alla mobilitazione contro le politiche economiche e sociali del governo Monti. USB ISFOL aderisce dunque con convinzione allo sciopero generale nazionale proclamato dai sindacati di base il 22 giugno prossimo”.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni