RITORNIAMO ALLA SCALA MOBILE

Roma -

                     SOSTENIAMO LA PROPOSTA DI LEGGE PER UNA NUOVA SCALA MOBILE


La CONFEDERAZIONE UNITARIA DI BASE è fra i promotori del COMITATO NAZIONALE PER UNA NUOVA SCALA MOBILE.

Il Comitato sta raccogliendo le firme per la proposta di legge di iniziativa popolare che ripristini un meccanismo di indicizzazione automatica di salari e pensioni e che permetta il recupero del continuo aumento del costo della vita.
La progressiva erosione del potere d’acquisto di questi anni ha peggiorato in maniera significativa le condizioni di vita di milioni di lavoratori e lavoratrici e pensionati. Lo dicono le statistiche, ma ancor prima ce lo dice la realtà vissuta di tutti giorni, con le difficoltà di arrivare alla fine del mese oppure con il crescente indebitamento di numerose famiglie.
Nessuno nega più questo dato di fatto, ma pochi sono disposti a riflettere sulle cause di una vera e propria redistribuzione del reddito dal basso verso l’alto.

Eppure la verità è molto semplice: prezzi e tariffe sono liberi di aumentare, mentre salari e stipendi sono ingabbiati dalle regole della ‘politica dei redditi’ del 1993, che ha introdotto l’insano principio della "inflazione programmata", sempre e comunque inferiore a quella reale.

Coloro che hanno deciso di ridurre i salari per rilanciare l’economia italiana hanno fallito. I lavoratori sono più poveri e le imprese perdono competitività sui mercati internazionali.

Firma la proposta di legge per una nuova scala mobile

COLLETATI A WWW.PERUNANUOVASCALAMOBILE.IT

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni