SANITA' SERVICE LECCE: USB non ha alcun timore del confronto alla luce del sole, altri "moltissimo"

Lecce -

Ai LAVORATORI

SANITA’ SERVICE ASL LE

 

La VERITA’ fa sempre male… ai bugiardi!  Facciamo chiarezza!

 

In questi giorni si sta consumando l’ennesimo attacco ai diritti dei Lavoratori.

Questa volta abbiamo rischiato che il più elementare dei diritti, cioè quello di consentire ai Lavoratori di decidere liberamente chi deve rappresentarli attraverso la elezione della RSU, venisse messo in discussione.

Come USB, è cosa oramai risaputa, abbiamo avviato sin dall’inizio di Giugno le procedure previste per fare in modo che si tenessero le elezioni RSU al più presto.

Da quel momento è  cominciato il “teatrino” tra le segreterie di cgil-cisl-uil-ugl e la Direzione aziendale:

ATTO PRIMO – il 14 Giugno con una “diffida” legale hanno tentato di impedire lo svolgimento delle elezioni con argomentazioni pretestuose e totalmente infondate;

ATTO SECONDO – il 26 Giugno, con una nota a firma dell’Amministratore Unico della Sanitaservice, è stato richiesto di rinunciare a dette elezioni,  in nome della “democrazia”;

ATTO TERZO – il 2 Luglio, DIETROFRONT, cgil-cisl-uil-ugl più le altre sigle recuperate in “zona cesarini”, hanno tenuto un tavolo tecnico con la sola esclusione dell’USB (guarda caso) in cui hanno deciso e stabilito tempi, modi e luoghi per svolgere le elezioni RSU… a NOVEMBRE!

 

Come USB abbiamo il dovere di chiarire innanzitutto alcune questioni

e rispondere alle tante “falsità” e “bugie”

sparse a palate in questi caldi giorni:

1)     la USB, cosi come altre Organizzazioni sindacali formalmente costituite, è pienamente legittimata a indire Elezioni RSU in ogni luogo di lavoro, la riprova è data dalle centinaia di Delegati RSU eletti in svariate aziende del settore privato in tutto il territorio nazionale;

2)     essere firmatari o meno dei Contratti di Categoria o degli Accordi Quadro non preclude la possibilità ed il diritto ad avviare, procedere, partecipare ed eleggere le RSU;

3)     come USB ci siamo mossi con la solita e nota TRASPARENZA e COERENZA e mai con sotterfugi o "tattiche e pretattiche" adottate da altri Sindacati per escludere dalle decisioni le rappresentanze dei Lavoratori (TUTTI!!!);

4)     questi “signori sindacalisti”, che tanto parlano e blaterano di democrazia (vedi quello che succede tra la Fiom e la Fiat), non hanno minimamente neanche immaginato di rinunciare alla “RISERVA di UN TERZO” dei Seggi che, a prescindere da quanti voti riescano a raccogliere, si auto-attribuiscono in virtù del tanto decantato “Accordo” ed in totale spregio delle più elementari regole democratiche: questa è la loro Democrazia?

 

Nonostante tutto ciò, come USB, pur non rinunciando a difendere

e farci riconoscere i sacrosanti diritti di cui siamo in possesso,

vogliamo favorire la più ampia partecipazione dei Lavoratori.

 

Per questi motivi, non ostacoleremo lo svolgimento delle elezioni RSU - come forse qualcuno auspica - e presenteremo la Lista USB che sarà predisposta, discussa, decisa e sostenuta dai LAVORATORI, unici protagonisti nei luoghi di lavoro e reali rappresentanti nei confronti delle controparti aziendali.

 

da parte nostra continueremo a ribadire che i Lavoratori

sono liberi di sceglierE da chi farsi rappresentare

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni