Sciopero consorzio Roma Tpl, USB: adesione al 70%. I lavoratori vogliono diritti e stipendi, intervenga il comune

Roma -

L'alta adesione allo sciopero di oggi nel Consorzio Roma Tpl, con punte del 70%, è l'ennesima dimostrazione che le ragioni avanzate dall'USB non possono restare inascoltate. Le aziende del consorzio Roma Tpl continuano a farsi beffa del contratto e delle leggi, non pagando regolarmente gli stipendi, le quote nei fondi pensioni e le cessioni del quinto dello stipendio.

Oltre il danno la beffa, perché oltre al salario anche i diritti non vengono rispettati, negando ferie e permessi e utilizzando le contestazioni disciplinari come armi per intimidire i lavoratori. Sembra di essere ai tempi del medioevo, anziché nel ventunesimo secolo, senza contare che tutto questo si consuma in una tra le capitali europee più grandi.

Il Comune intervenga subito e faccia rivalere le disposizioni contenute nel contratto di affidamento, tra le quali ricordiamo, c'è anche la piena osservanza delle norme contrattuali di lavoro.  

USB Lavoro Privato- Trasporti

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati