Senigallia (AN). Entrate in stato di agitazione

Ancona -

Il personale dell’Ufficio Locale di Senigallia (Ancona), visto lo stato di agitazione proclamato dalle segreterie nazionali per:

·         mancato rinnovo del CCNL  biennio economico 2004-2005;

·         mancato aumento del buono pasto a 7 euro;

·         no al calcolo ai fini della liquidazione della parte stabilizzata in quota indennità di Agenzia;

·        no alla abolizione della decurtazione salariale in caso di malattia inferiore ai 15 gg.;

·        mancata definizione del contratto integrativo, che ha già valore dal 2005 (anche se da ridefinire in molti punti);

·        proposta di un aumento per tutti di una fascia retributiva (vigilando attentamente su Antares), visto che anche alle Dogane daranno un livello economico superiore a tutti;

proclama  da oggi,  e fino al raggiungimento della sottoscrizione del CCNL stesso, lo stato di agitazione a singhiozzo, con lo svolgimento di assemblee durante l’orario di apertura al pubblico.

Chiede inoltre agli altri uffici di conoscere le eventuali iniziative di lotta intraprese.

Senigallia,  12/12/2005

Sottoscritto da tutto il personale

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni