"SOLO" UN ACCONTO!

Roma -

A sei mesi dalla firma del CCNI 2002-2005, a due mesi dalla ratifica di quell’accordo, l’Amministrazione si accinge ad erogare, con lo stipendio di gennaio, un semplice acconto calcolato sulle competenze spettanti ai lavoratori, seppure in una percentuale che, viene detto, si avvicina di molto a quella dovuta.

Qualcuno ringrazia o, addirittura, rivendica il ruolo di "agente promotore" dell’iniziativa.

Noi riteniamo che l’acconto rappresenti un risultato negativo e non una vittoria, rispetto all’esigenza di percepire in misura completa quanto dovuto dai lavoratori, per cui chiediamo all’Amministrazione spiegazioni formali su quello che consideriamo un inaccettabile ritardo.

Chiediamo, inoltre, trasparenza di dati e facilità di lettura per dar modo ai singoli lavoratori di controllare le somme spettanti e quelle che saranno percepite, con l’acconto prima e con il saldo poi.

Un’ultima considerazione: una volta constatata l’impossibilità di erogare gli arretrati del contratto integrativo a gennaio, come promesso al momento della ratifica del 30 novembre, l’Amministrazione avrebbe dovuto informare tempestivamente il sindacato e comunicare l’intenzione di procedere al pagamento di un acconto, per permettere a tutte le organizzazioni sindacali di intervenire su tale questione.

Non è un buon inizio del 2006 per le relazioni sindacali. Vedremo…

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni