SPAZZATURA PIU' CARA PER TUTTI!

Genova -

Dal 1° gennaio 2006 il Comune ha trasformato la Tassa sui Rifiuti Solidi Urbani (TARSU) in Tariffa di Igiene Ambientale (TIA) affidandone la gestione ad AMIU. Ma il Comune non ha ancora preparato il Regolamento che stabilirà le modalità e i criteri di applicazione della tariffa. Perciò i cittadini che si recheranno negli Uffici Comunali o in quelli AMIU, non riceveranno alcuna informazione utile su quanto dovranno pagare.
UNA COSA, PERÒ, È CERTA: QUEST’ANNO LE "BOLLETTE" DELLA SPAZZATURA AUMENTERANNO ALMENO DEL 30%, come è accaduto nei Comuni in cui è già stata applicata la TIA.
Questo aumento andrà ad aggiungersi ad una lunga serie di rincari (luce, gas, autostrade ecc…) e disservizi (uno per tutti: Trenitalia!), effetto diretto della privatizzazione dei principali servizi pubblici, che i cittadini affrontano in condizioni sempre più precarie di lavoro, con redditi ormai del tutto inadeguati a sostenere il costo reale della vita.
Affidare il servizio ad AMIU che - lo ricordiamo - è una S.p.A., significa una cosa sola: PAGARE DI PIU’ PER UN SERVIZIO PEGGIORE perché il gestore aumenterà la Tariffa e taglierà sul personale per esigenze di bilancio.
La questione dei rifiuti è materia seria e delicata. Alle profonde implicazioni sociali si aggiungono gravi conseguenze ambientali.

IL NOSTRO FUTURO NON PUÒ ESSERE AFFIDATO AD INTERESSI PRIVATISTICI

I CITTADINI DEVONO PAGARE TASSE EQUE I CUI PROVENTI DEVONO ESSERE UTILIZZATI PER IL BENE COMUNE. I Tributi costituiscono la maggiore entrata per le casse comunali. Non lasciamoli finire nelle tasche di chi cura solo i propri interessi a scapito di quelli di tutti!
Anche quest’anno la Finanziaria ha previsto lo slittamento di un anno per l’applicazione della TIA. MA IL SINDACO NON HA VOLUTO ASPETTARE

POSSIAMO FERMARLO!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni