Steat spa di Fermo, sotto l’albero le lavoratrici e i lavoratori dell’appalto pulizia trovano il licenziamento

Fermo -

Steat spa di Fermo, che gestisce il trasporto pubblico locale nella provincia di Fermo, ha affidato i servizi di pulizia autobus ed uffici ad una nuova società. Fin qui tutto bene. Trattasi  di un cambio di appalto con avvicendamento da una società all’altra.

Il sindacato USB , informato del cambio di appalto imminente, ha chiesto ad inizio dicembre un confronto a tutela dei lavoratori coinvolti e, dopo alcuni incontri, veniva confermato quanto era nell’aria: la società subentrante annuncia che non assumerà nessun lavoratore impiegato nell’appalto. E lo ribadisce il 23.12.2022 con una missiva inviata al sindacato. La società uscente, nel frattempo, ha già provveduto ad inviare le lettere di licenziamento.

Seppure di fronte ad una condotta inqualificabile, da società private ci si può aspettare di tutto. Quello che però indigna, poiché del tutto inaccettabile è che, di fronte a tale cruda realtà che si concretizzerà a fine anno e rappresentata dal sindacato alla committente Steat spa, quest’ultima, cosciente di quello che avverrà, si è dimostrata totalmente indifferente ed inerte accettando che lavoratori che per molti anni hanno prestato onorevole servizio garantendo la pulizia degli autobus di cui usufruisce la cittadinanza, per via di un cambio appalto messo in piedi dalla Steat medesima, si ritroveranno fra qualche giorno senza il proprio posto di lavoro. La Steat si dice dispiaciuta. Il sindacato ed i lavoratori (molti dei quali con figli a carico) con il dispiacere non sanno che farsene.

Ritenuto del tutto illegittimo ed inaccettabile l’epilogo che ad oggi sembrerebbe avere questo cambio di appalto, USB unitamente ai lavoratori ha proclamato lo stato di agitazione portando la problematica all’attenzione del Prefetto nell’ambito della procedure di raffreddamento e conciliazione.

Come USB saremo a fianco ai lavoratori per ristabilire diritti e dignità che sembrano oramai valori smarriti, anche nella presente vertenza. Daremo seguito a tutte le iniziative di mobilitazione necessarie per ribadire che non si possono accettare questi licenziamenti in un appalto di una società a capitale pubblico che deve avere, tra gli altri, anche uno scopo sociale.

Perseguiremo in ogni sede e sotto ogni profilo tutti i soggetti che, a vario titolo, si renderanno responsabili della perdita di questi posti di lavoro.

USB Lavoro Privato Fermo

 

Fermo, 24.12.2022.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati