Un altro Dirigente da promuovere

Ferrara -

riceviamo e pubblichiamo - lettera aperta di un collega

Ing. Demma,

ho chiesto cortesemente al Capo Campo di portarle i miei saluti ma il suo collaboratore mi ha detto di fare da solo.

Ho avuto la fortuna di essere suo ospite presso il Campo profughi sito in zona Ferrara Fiera, l'ho pure incrociata qualche volta all'interno di questo splendido centro di prima accoglienza, fiore all'occhiello per il Veneto e per il Corpo.

Meritevole è solo l'impegno e la professionalità che tutti i colleghi ci hanno messo nel tentativo di realizzare questa faraonica opera.

Auspico, anzi auspichiamo, che quest'opera le frutti la promozione o che nei prossimi scrutini se ne tenga in debito conto per la sua carriera e promozione.

Fosse per il sindacato di base e per i lavoratori, opere come queste dovrebbero costare il posto di lavoro per il Dirigente e il suo staff, ma nella nostra amministrazione….. opere cosi fallimentari vengono premiate con la promozione!

D'altra parte se non ci fosse il tornaconto non ci spiegheremmo perché certi Dirigenti del Corpo si gettino sulle calamità come avvoltoi all'odore del sangue. Così hanno fatto a L'Aquila cosi farete qui in Emilia.

Le faccio, le facciamo, i complimenti per lo splendido regolamento del Campo, per la sistemazione delle tende sull'asfalto caldo, morbido e puzzolente, locali climatizzati, stretti uno vicino all'altro come se questo Centro di Prima Accoglienza, dovesse essere premiato anche per il numero di ospiti, i complimenti per tutto ciò che è stato realizzato a norma: dagli impianti elettrici alle vie di esodo, ma come sempre i pompieri si credono i più furbi e vanno in deroga, bombolone ecc ecc.

Complimenti per i servizi igienici (?), per le docce, per il parcheggio dei mezzi di soccorso e per l'ingresso riservato allo staff dirigenziale del Campo; complimenti per essersi condizionato la sua zona di lavoro e aver lasciato il resto dei pellegrini a 40 gradi (ma è giusto! le menti pensanti devono poter lavorare nelle migliori condizioni); complimenti per la disinfestazione, visto l'alto numero di zanzare; complimenti per il giro di vite sull'uso dei mezzi per uscire la sera, terminato l'orario di lavoro, dopo averci emarginato collocandoci ai margini della società ci diventa un po difficile fare due passi a piedi in centro – fortunatamente le prostitute sono più lungimiranti dei Dirigenti del Corpo e si sono avvicinate..... o forse Voi ci avete fatto alloggiare dove queste “signorine” erano abituate a lavorare visto la riservatezza (isolamento) del posto (ma ci permetta una domanda: ma la i Vigili del Fuoco sono forse diventati motivo di vergogna per i vertici del CNVVF, tanto da dover essere nascosti?).

Il farci girare in divisa in città, "di libera", le confessiamo (perché noi parliamo con chi paga le tasse) che non è motivo rassicurazione per la cittadinanza ma.... anzi la gente teme che starà per succedere qualcosa di grave visto l'alto numero di pompieri in divisa...... Altro che tattiche e strategie d'intervento!

Egr. Ingegnere nonché Dirigente del Corpo, la conoscevamo per quello che abbiamo letto sul Comando di Padova, ma dopo essere stati suoi ospiti dobbiamo riconoscere meriti ed onori non solo al delegato USB di Padova ma anche a tutto il personale di quel Comando.

Auspichiamo che qualche politico che sostiene il Governo tecnico, il Capo Dipartimento ed anche i colleghi inviati in soccorso della popolazione dell'Emilia che hanno avuto modo di conoscere la sua opera ed il suo staff apprezzino queste poche righe scritte da un pompiere, e che le promozioni giungano prima di Natale.

Sarebbe ingiusto non riconoscere a Cesare quel che è di Cesare.

Perdoni la franchezza e l'incazzatura ma sono finiti i tempi che “questo è il nostro lavoro” o “cosa pretendi di andare in albergo” io – noi pretendiamo la dignità di lavoratori di professionisti del soccorso.

Saluti.


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni