USB P.I., IL 25 LUGLIO DI NUOVO IN PIAZZA CONTRO LE POLITICHE IMPOSTE A MONTI DALL'EUROPA

Nazionale -

MENTRE PATRONI GRIFFI DA’ I NUMERI I LAVORATORI E LE LAVORATRICI MANIFESTANO IL 25 LUGLIO SOTTO IL MINISTERO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

In allegato il volantino

“Continueremo a manifestare in tutti i modi ed in tutte le occasioni contro i tagli previsti dalla spending review che affossano il servizio pubblico e provocano il licenziamento di decine di migliaia di lavoratori del pubblico impiego”- esordisce  Licia Pera  dell’Esecutivo Nazionale  di Pubblico Impiego.

“In concomitanza  dell’incontro del Ministro Patroni Griffi con i sindacati, proprio per affrontare il problema dei tagli del personale,  i lavoratori e le lavoratrici, in rappresentanza di tutti i comparti della P.A.,  manifesteranno il loro forte dissenso ad una politica che di taglio  in taglio sta devastando il welfare del nostro Paese,   mettendo in discussione centinaia di migliaia di posti di lavoro” continua la sindacalista . 

“Negli ultimi dieci anni le retribuzioni dei dipendenti   sono rimaste ferme, quando non sono arretrate, come certifica nuovamente anche Bankitalia,   mentre abbiamo il record assoluto di pressione fiscale in Europa. Questo dimostra   che le manovre basate sui tagli al pubblico impiego oltre ad essere ingiuste, per i lavoratori e per la cittadinanza, sono anche inutili perché destinate ad essere perennemente inghiottite dal debito prodotto dalla speculazione finanziaria. Questa devastante manovra  non si può fermare a colpi di inutili emendamenti, né attraverso il ritorno alla concertazione,  ma solo grazie alla  decisa opposizione alle politiche imposte dall’Europa, ricorrendo ad ogni forma di mobilitazione e di lotta necessaria, compreso  lo sciopero” conclude Pera. 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni