VEDI NAPOLI E POI……….RIFLETTI!!

Roma -

BLITZ ANTI-CAMORRA: POMPIERI IN “PRIMA LINEA”

 

 

 

 

 

Lavoratori,

mai le immagini potevano essere più eloquenti di quelle trasmesse oggi dai TG: Vigili del Fuoco all’opera con mototroncatrici intenti ad “abbattere” i baluardi dei camorristi mentre, alle loro spalle, uomini delle forze dell’ordine in assetto di guerra, armi in pugno e giubbotti anti-proiettile!

Con quale coscienza il Governo permette che i Pompieri vengano mandati allo sbaraglio, con tale rischio per la loro incolumità, impegnandoli come “manovali” in operazioni di polizia??? Non era forse questo, compito dei reparti speciali RIS, NOCS, e quant’altro?

Mai come ora il Corpo Nazionale è stato alla deriva, “strattonato” nella palese concorrenzialità tra il Capo Dipartimento Morcone ed il Commissario con poteri straordinari Bertolaso. Mentre le calamità naturali devastano il Bel Paese, la confusione di competenze e l’uso improprio, penalizzano la società civile ed i Vigili del Fuoco.

Un altro aspetto è che le operazioni di polizia sono sottoposte a segreto ed alla riservatezza. Questo è un altro dei motivi in cui si innesta il “tassello” della legge Pisanu, che con i decreti attuativi, svela purtroppo il vero fine della contro-riforma denunciato da sempre da RdB/CUB: la militarizzazione della categoria, a costo zero, è mirata a reprimere ed “imbavagliare”, ogni forma di dissenso e resistenza contro l’uso distorto e strumentale dei pompieri con compiti di controllo del governo del territorio.

Di questa responsabilità si dovranno fare carico anche CISL e UIL e sindacati autonomi che hanno supportato il tentativo di militarizzazione.

SE SEI CONTRARIO: SIAMO ANCORA IN TEMPO.

TOGLI LORO LA DELEGA ED ISCRIVITI AD RDB/CUB.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni