ARRIVANO I NUOVI PADRONI !!!!

Roma -

Ecco il nuovo che avanza con il cambiamento di rapporto di impiego del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco siamo solo agli inizi e

Prima hanno smantellato a favore delle assicurazioni, il bilancio, tutti i contributi assistenziali (libri, scuola ecc) nonché tutte le strutture in locazione esterne che ci permettevano di usufruire delle attività climatiche invernali ed estive.

Poi, hanno stravolto lo statuto dell’Opera, unico strumento che in qualche modo si ispirava a principi sociali, dove le organizzazioni dei lavoratori attraverso le commissioni stabilivano gli indirizzi generali di bilancio. Tale operazione per nominare il - segretario generale – che con ogni probabilità, risponderà solo a chi lo ha sistemato in quel posto con piena autonomia nelle scelte.

Oggi, le strutture di nostra proprietà sono state messe a disposizione dei nuovi padroni.

Infatti, prima le hanno volute con lo scopo di utilizzarle per tutti i tipi di corsi dell’amministrazione, poi le hanno affittate ai privati per lo svolgimento di convegni, adesso per la mobilità dei comandanti, tanto è vero che il dirigente di Pisa è stato parcheggiato nella struttura senza interpellare la commissione tanto meno il consiglio d’amministrazione.

I padroni sono padroni e non si smentiscono mai. Pensate, che durante gli incontri del consiglio usano sempre parole molto democratiche tali da impietosirci ma, poi nei fatti, i risultati sono tutt’altro. Prova ne è, che per tutti i lavoratori che si trovavano a passare al centro di soggiorno Montalcino, d’ora in avanti non ci sarà nemmeno la possibilità di avere una stanza come ospite di passaggio (è stata assegnata al dirigente di Pisa).

Infine, per garantire un risparmio sull’esiguo stipendio del dirigente di Roma, il Presidente dell’Opera (Capo Dipartimento Pref. Mario Morcone) sembrerebbe abbia richiesto all’ONA, per voce del Pref. Basile, di pagare la missione che l’amministrazione non può più erogare per scadenza di termini, cercando di affidargli un qualsiasi incarico.

Le considerazioni su quanto sta avvenendo le lasciamo a voi.

Questi sono i primi assaggi della nuova collocazione dei vigili del fuoco in un contesto pubblicistico, proprio la dove tutti diritti verranno sempre più compromessi. Quando verrà data loro la possibilità di attuare la legge, dopo i decreti attuativi, è chiaro che non esisterà più lo statuto dei lavoratori perché tutto è stato abdicato ai nuovi padroni dell’ONA.

Tra pochi giorni si svolgeranno le elezioni RSU a voi la scelta.

O ci riprendiamo i nostri diritti o i padroni prenderanno il sopravvento

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni