CO. IMPORT: L'ULTIMA IDEA DAL MONDO DEL LAVORO… A PERDERE!

Milano -

                                                            Comunicato Stampa

Dichiara il fallimento la CO. Import idee dal mondo, una delle più importanti catene di negozi di vendita al dettaglio d’articoli per la casa e idee regalo, presenti su tutto il territorio nazionale.

 I 270 (duecentosettanta) dipendenti, insieme alle loro famiglie, apprendono la decisione aziendale attraverso un’asettica email dell’Ufficio del Personale

 La società lussemburghese che controlla la catena ha prima tentato di procedere ad una liquidazione per affrontare la grave crisi, ma il liquidatore, una volta lette le carte, ha deciso di portare i libri in tribunale.

Di fallimento quindi si parla, con le relative tragiche conseguenze occupazionali.

Ma i lavoratori non ci stanno! Non sono disponibili a pagare il conto!

Nella mattinata di venerdì 15 giugno, nonostante la disposizione del curatore fallimentare di chiudere tutti i punti vendita, un nutrito gruppo di dipendenti ha occupato il più importante negozio della catena Co. Import, situato in Piazza Diaz, a due passi dal Duomo: solo l’intervento della Polizia di Stato ha costretto i lavoratori, alle 15.00, a sgomberare i locali.

La protesta è stata effettuata contro la mancanza di qualsiasi notizia  e di trasparenza sul futuro del personale: nulla si sa, ad oggi, su eventuali compratori e quali potranno essere le tutele da attuare in difesa del reddito dei lavoratori.

Nell’attesa di un tavolo per discutere del futuro, la cui convocazione dovrà pervenire in brevissimi termini, i lavoratori hanno deciso di non essere solo spettatori degli eventi, si sono organizzati nell’Unione Sindacale di Base e, insieme, comunicheranno altre iniziative pubbliche in difesa del loro posto di lavoro.

 

 

 

 

                                           

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni